Europei: Malta-Svezia in campo ore 20.45

Il Malta ospita la Svezia in questa partita del girone di qualificazione ai Campionati Europei, con una sola vittoria nelle ultime 22 partite (1 vittoria, 5 pareggi, 16 sconfitte). Non è riuscito a segnare in 14 di quelle 22 partite (con una media di 0,41 gol segnati a partita), e solo una di queste partite ha visto il Malta segnare più di un gol.

La tendenza è la stessa, con il Malta che non è riuscito a segnare in dieci delle sue ultime 12 partite. Inoltre, sette delle ultime nove partite casalinghe del Malta l’hanno visto non riuscire a segnare neanche un gol. D’altra parte, non ha mantenuto la porta inviolata in una sola partita da quando lo fece contro la Repubblica Ceca ad ottobre 1994.

La vittoria per 4-0 della Svezia contro le Isole Fær Øer nell’ultima trasferta è stata la vittoria col margine più ampio da settembre 2017. Ha anche aumentato la media dei gol segnati a partita in questa edizione a 2,17, posizionando bene la Svezia per ottenere qui la 13esima vittoria consecutiva negli scontri diretti contro il Malta (45 GF, 2 GS).
In trasferta, la squadra ospite è imbattuta da quattro delle cinque partite di qualificazioni (2 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta) ed ha visto le ultime tre vittorie in trasferta arrivare con zero gol subiti, proprio come ciascuno degli ultimi sette scontri diretti ufficiali contro il Malta.

Giocatori da tenere d’occhio: Andrei Agius ha cinque gol in nazionale, quattro come primo marcatore del Malta. In particolare, tutti sono arrivati nel primo tempo. Robin Quaison ha segnato in quattro delle sei partite della Svezia, tre dei suoi quattro gol sono arrivati nel primo tempo.

Statistiche:

  • Dall’ottobre 2006 in poi, il Malta ha perso solo una delle cinque partite casalinghe in cui è riuscito a segnare due gol (2 vittorie, 2 pareggi, 1 sconfitta).
  • Ha vinto le ultime cinque partite in cui la Svezia ha segnato il gol di apertura.
  • Tutti e tre gli scontri diretti hanno visto la Svezia in vantaggio per 1-0 a fine primo tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *