Spelinspektionen cancella quattro accuse di scommesse per minorenni

Il regolatore svedese del gioco d’azzardo Spelinspektionen ha stabilito che quattro operatori sono stati autorizzati a seguito di accuse di aver accettato scommesse su eventi sportivi che includevano una “maggioranza dei partecipanti” di età inferiore ai 18 anni.

ATG, Betsson, Hillside Sports e Spooniker, di proprietà del gruppo Kindred, avevano tutti i casi risolti da Spelinspektionen dopo che inizialmente si pensava che i quattro operatori avessero accettato scommesse individuali di giocatori under 18 in una partita di calcio.

Le leggi e le definizioni svedesi relative alle scommesse sulle partite per minorenni sono stabilite in base alle disposizioni del “Gambling Act Chapter 8”.

Il regolatore ha precedentemente suggerito che l’offerta di mercati per i giocatori minorenni può aumentare il rischio che i minori siano esposti ai tentativi di manipolare i risultati sportivi.

Hillside, la consociata operativa di bet365 in Svezia, ha già ricevuto una penalità di 10 milioni di corone svedesi (£ 801.108) dopo che il regolatore ha dichiarato che l’operatore aveva offerto quote su cinque partite di calcio in cui la maggioranza dei giocatori era minorenne.

Da allora Spelinspektionen ha rivisto le penalità, affermando che nessuno dei quattro operatori aveva violato le condizioni di licenza in quanto i giocatori in primo piano che avevano diritto alle scommesse nei giochi avevano, per la maggior parte, più di 18 anni.

Nella sua sentenza, Spelinspektionen ha confermato che sta lavorando allo sviluppo di regolamenti che si concentreranno su divieti e restrizioni sulle scommesse al fine di affrontare le partite truccate nello sport professionistico. Il regolatore ha detto che le scommesse sulle prestazioni individuali dei minori di 18 anni saranno prese in considerazione al momento di redigere queste regole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *