NFL-Nona giornata: minaccia Vikings per i Chiefs. Patriots in casa Ravens per restare imbattuti

Minnesota cercherà di rifilare il 4° stop interno consecutivo a Kansas City, ancora priva di Mahomes. New England punta al 9/9 a Baltimore, primo vero test stagionale

Con San Francisco (8-0) che ha già aperto la nona giornata mantenendo l’imbattibilità, tocca ora ai Patriots (9-0) metterla in gioco, nel Sunday Night in casa dei Ravens in una giornata che prevede anche l’ultima partita londinese. E il big match tra Chiefs e Vikings.

HOUSTON (5-3) VS. JACKSONVILLE (4-4)

Wembley (15.30 italiane) chiude i battenti alla Nfl per la stagione 2019 con una sfida intrigante. I Texans sono costretti ancora una volta a giocarsi la seconda parte di campionato senza la loro superstar difensiva, JJ Watt, che ha già chiuso per uno strappo ai pettorali. Buona notizia per Gardner Minshew II che aveva subito 4 sack nella sfida in Texas dello scorso settembre. A loro volta i Jaguars hanno concesso 18 sack, dato che li piazza al 17° posto nella lega. Può essere una sfida spartiacque per entrambe in una Afc dove i posti playoff sono alla portata di molte.

KANSAS CITY (5-3) VS. MINNESOTA (6-2) 

Il match clou della domenica. Con Pat Mahomes ai box, toccherà ancora a Matt Moore (che ha fatto bene contro i Packers) guidare l’attacco dei Chiefs. Stavolta però avrà di fronte la quinta miglior difesa della lega. Dall’altra parte un Dalvin Cook da mvp: running back n.1 della Nfl per yard guadagnate, contro una difesa che ne concede una valanga (terzultima). Vikings favoriti, anche se sarebbe la quarta sconfitta casalinga consecutiva per KC, una rarità.

PHILADELPHIA (4-4) VS CHICAGO (3-4)

Eagles in crescita dopo la bella vittoria in casa dei Bills. La linea offensiva dovrà vedersela contro un pass rusher come Khalil Mack ma dall’altra parte dell’ovale si troverà uno dei peggiori attacchi in circolazione, con Mitchell Trubisky in piena crisi di fiducia. Inoltre, l’assenza di Hicks indebolisce notevolmente i Bears sulle corse avversarie. L’ex Jordan Howard si sta già leccando i baffi…

PITTSBURGH (3-4) VS. INDIANAPOLIS (5-2)

Pensabile che gli Steelers raddrizzino la stagione dopo i disastri iniziali? Difficile ma chiaro che arrivare a 4-4 sarebbe un bel passo in avanti. In casa contro i Colts hanno una grande occasione, ma Indy è cliente tosto e le possibili assenze dei rb Benny Snell Jr e James Conner complicano le cose. Partita che dovrebbe essere equilibrata ma con Brissett e soci favoriti. Anche se la probabilissima indisponibilità di TY Hilton potrebbe pesare.

CAROLINA (4-3) VS. TENNESSEE (4-4)  

Derby del vorrei ma non posso… Con la chiusura del mercato e le voci su una possibile cessione di Cam Newton svanite nel nulla, i Panthers continuano a cavalcare Kyle Allen, anche dopo la prova tentennante (3 intercetti) dell’ex qb di Texas A&M contro i Niners. Dall’altra parte i Titans cercheranno di pareggiare la produzione offensiva stellare di Christian McCaffrey con un ottimo Derrick Henry (auguri…). Due squadre mediocri, successo che varrebbe di più per Tennessee tenendo conto della debolezza della conference.

BUFFALO (5-2) VS. WASHINGTON (1-7)

Per i Bills ancora una passeggiata di salute contro i derelitti Redskins. Un’occasione ghiotta per portarsi a 6-2 e virare con un bilancio che gli metterebbe in tasca una fettina di playoff. Da seguire il duello a distanza tra due futuri hall of famer nel ruolo di running back come Frank Gore e Adrian Peterson.Della serie, ma non possiamo giocarla alla Playstation? Battute a parte, un’altra occasione di crescita per Sam Darnold, un’altra chance di fare un passo avanti per avere la prima scelta assoluta 2020 per i Dolphins. Da capire quanto peseranno le voci di giocatori messi all’asta in casa Jets (Bell, Adams) e poi rimasti nella Grande Mela.

SEATTLE (6-2) VS. TAMPA BAY (2-5)

Seahawks che dovrebbero fare un sol boccone dei Bucs. Anche se la difesa di Tampa sulle corse è di primissimo livello (solo 68.6 yard di media concesse, top nella lega). Toccherà quindi a Wilson fare la differenza. Cosa che ormai sembra proprio non riuscire a Winston (15 turnover in 7 gare). Match up intrigante, coi Raiders che piacciono anche nelle sconfitte e sembrano sulla strada giusta e Lions a cui manca sempre un centesimo per fare un dollaro. Due difese tra le ultime su passaggi (Oakland 30°) e corse (Lions 26°) dovrebbero garantire un punteggio alto. E una sfida incerta ed equilibrata.Partita casalinga per i Packers, dato che chiunque sfidi i Chargers a Los Angeles di fatto non è in trasferta, dato che il pubblico all’80% è composto da supporter “on the road”. Al di là di quanto accade sugli spalti, Green Bay è nettamente favorita, contro un team che è diventato il primo nell’era del Super Bowl a chiudere 4 gare in fila con meno di 40 yard guadagnate su corsa. Un toccasana per una difesa che ne concede 123.8 di media.

DENVER (2-6) VS CLEVELAND (2-5)

C’è nervosismo in casa Browns. Troppo presto erano stati dati come una delle contendenti nella Afc. La realtà è ben altra cosa. E ora si trovano a dover vincere nella Mile High City per tener viva una piccolissima fiammella di speranza per centrare la postseason. Per i Broncos debutto come qb di Brandon Allen con Joe Flacco ai box con problemi al collo. Si troverà di fronte Myles Garrett che guida la lega con 10 sack, con una linea offensiva che ne ha concessi 26…The best for last. O quasi visto che poi c’è ancora il Monday Night. Forse il primo vero test stagionale per i campioni, imbattuti ma senza aver affrontato rivali di livello. Ora dovranno mantenere la perfezione su un terreno ostico e contro una squadra che storicamente li fa soffrire. Pats al completo col debutto del rookie wr N’Keal Harry uscito dalla lista infortunati. Ravens che corrono come dei matti (oltre 200 yard a partita) e col qb Lamar Jackson che fa più male con le gambe che col braccio. Sin troppo facile scommettere sul fatto che Belichick cercherà in primis di neutralizzare quell’aspetto del suo gioco.

NY GIANTS (2-6) VS. DALLAS (4-3)

Strana la stagione dei Cowboys. Tre vittorie e poi tre sconfitte, prima di rialzare la testa con gli Eagles. Dopo il bye ripartono dalla classica divisionale in casa dei Giants. Sulla carta facile, vero? Forse. Dipende da quali Boys scenderanno in campo. Se l’attacco n.1 per yard (437.9 a gara) abuserà della 25° difesa sui passaggi, non dovrebbe esserci partita.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.