LeBron James, la stella MBA dei Los Angeles Lakers, rifiuta di giocare senza i suoi fan

Il campione All-Stars in forze ai Los Angeles Lakers contesta la decisione imposta dall’NBA dichiarando la sua volontà a non giocare partite senza tifosi.

LeBron James ha annunciato che rifiuterà di partecipare ai prossimi match con i Lakers qualora fossero giocati a porte chiuse a causa dell’epidemia di coronavirus.

Venerdì, l’NBA ha comunicato ai suoi team che avrebbero dovuto sviluppare processi preventivi per combattere l’espansione dei contagi da coronavirus. A seguito di queste procedure, ci sarebbero stati casi di match senza fan e media.

In merito a questa ultima possibilità, il campione All Stars ha detto:

“Giocheremo senza i fan? No, è impossibile! Gioco per i miei compagni di squadra, per i fan, e per le emozioni che questo gioco regala. Non gioco se non c’è una folla che tifa. Se vado in un’arena vuota, non ho stimoli e non gioco”.

La lega ha inviato un promemoria che descrive le azioni che le squadre potrebbero dover intraprendere se è necessario giocare una partita con solo lo staff essenziale presente.

Il promemoria, ottenuto da The Associated Press, afferma che i team dovrebbero identificare quali team e persone nell’arena sarebbero tenuti a condurre i giochi ed essere in grado di comunicare rapidamente con il personale non essenziale, nonché con i titolari di biglietti e i partner commerciali. .

Le squadre dovrebbero anche essere preparate per la possibilità di implementare controlli di temperatura su giocatori, personale di squadra, arbitri e chiunque sia essenziale per condurre i giochi.

Il campionato ha già inviato un promemoria alle squadre questa settimana offrendo 10 consigli ai giocatori con la speranza di ridurre il rischio di ottenere il virus tra loro, non prendendo oggetti come penne, pennarelli, palloni e maglie dai richiedenti autografi.