Star Entertainment Group abbassa il 90% della sua forza lavoro a causa del COVID 19

Lo Star Entertainment Group, a seguito delle direttive governative Covid-19, ha cessato le attività di gioco, banchetti e F&B a Sydney, Gold Coast e Brisbane, lasciando attivi solo i servizi alberghieri limitati, con conseguente riduzione del 90% della sua forza lavoro.

Con una dichiarazione, l’azienda ha spiegato: “The Star ha preso una decisione molto difficile, ma necessaria, in relazione alla sua forza lavoro. Stiamo per diminuire temporaneamente oltre il 90% dei nostri circa 9.000 dipendenti. Questi fermi includono il senior management. Per assistere i nostri dipendenti in questo momento, The Star ha fornito due settimane di congedo per pandemia. Inoltre, i dipendenti saranno in grado di accedere a qualsiasi diritto maturato per ferie di servizio annuali e di lunga durata. “

Il presidente John O’Neill ha commentato: “Questo è un ambiente unico e al di fuori del nostro controllo in cui siamo determinati a bilanciare le misure necessarie per proteggere l’azienda tenendo conto del notevole impatto umano sulla nostra forza lavoro”.

Queste misure hanno lo scopo di ridurre i costi operativi e ridurre le spese in conto capitale durante il periodo della crisi del Coronavirus.