Everton Sousa Soares: il nuovo bomber del Brasile

Il campione brasiliano è titolare solo da un anno, ma ha già vinto tanto a suon di gol. Ora vale 80 milioni di euro

Everton Sousa Soares ha solamente 23 anni ed è già un fenomeno ricercato da tantissimi club internazionali. Il campione brasiliano, è un ala laterale attualmente in forze al Gremio.

L’estate è stata un vero toccasana per il giocatore, capace di distinguersi in coppa America conquistando il titolo di capocannoniere con 3 gol (alla pari del peruviano Guerrero) e soprattutto come mvp della finale di ieri contro il Perù, grazie alla rete dell’1-0 e al rigore del 3-0 procurato in chiusura di match.

Everton, appunto, che ha trovato spazio nella Seleçao, dopo il k.o. di Neymar alla vigilia e la prova opaca al debutto di David Neres dell’Ajax, il sostituto di Ney. Everton è entrato a 9’ dalla fine con la Bolivia, al debutto di Coppa, e dopo 4 minuti ha piazzato il suo marchio di fabbrica: conversione da sinistra verso il centro e gran destro a girare.

Ma ha dovuto aspettare il terzo match, con il Perù nei gironi, per diventare titolare della Seleçao. Anche lì il 3-0 l’ha firmato di destro, stavolta sul palo vicino, ma sempre rientrando da sinistra. Lui che è uno dei tre brasiliani (col terzo portiere Cassio e il difensore di riserva Fagner) a giocare ancora in patria, e per questo più amato dalla torcida.

Una carriera iniziata nelle giovanili del Fortaleza, club a una trentina di km da casa, per poi passare nel 2012, a 16 anni, al Gremio, dopo un torneo giovanile, la Copa Carpina di Pernambuco, dove si era messo in mostra. Costo dell’affare: appena 70 mila euro. Nel 2014 l’aveva già notato il Manchester City che l’aveva monitorato.

Oggi Everton vale più di 40 milioni, forse più dei 80 della clausola del contratto col Gremio, valido fino al 2022. Leonardo del Milan ad aprile ha provato ad anticipare tutti offrendo 35 milioni al Gremio, ma il club di Renato non si è accontentato.

Su di lui ora, si vocifera in Inghilterra, pare stia tornando con prepotenza il Manchester United, che aveva già effettuato un sondaggio qualche mese fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *