Toro scatenato: cinque gol al Soligorsk e messaggio ai Wolves

Doppietta di Belotti e gol di Izzo, De Silvestri e Bonifazi: i granata chiudono la pratica Shakhtyor già all’andata e possono già pensare al playoff di Europa League

SUBITO IL GALLO Il Wolverhampton batte quattro colpi, il Toro risponde con cinque. Ottima prova dei granata versione Europa League, nell’andata del terzo turno di qualificazione: concentrati e decisi a far valere fin da subito la differenza di livello con lo Shaktyor Soligorsk. Il 5-0 finale spalanca le porte in anticipo al passaggio del turno, poi verrà il bello. I Wolves fanno impressione, visto il modo in cui hanno maltrattato il Pyunik e la facilità con cui stendevano le big di Premier League nella scorsa stagione. Ma se Belotti, Izzo e Zaza stanno così bene, tira aria di match equilibrato, nel playoff che regalerà il pass per i gironi. Piano, però: prima c’è la gara di ritorno del terzo turno, tra una settimana. Neanche il tempo di guardare gli schieramenti in campo che Belotti ha già trovato il vantaggio: 69 secondi sul cronometro, il Gallo incorna una punizione di Baselli e manda il pallone ad accarezzare il palo opposto, per la carambola vincente. Esplodono i 15mila dell’Olimpico Grande Torino, i bielorussi incassano il primo gol in 5 gare di qualificazione in Europa League. Passano altri 13 minuti ed ecco il secondo, ancora su palla inattiva, dove il Toro domina: corner di Ansaldi, Izzo (pur dolorante per una botta, lascerà il posto a Bonifazi a inizio ripresa) sovrasta Antic e per Klimovich c’è poco da fare. Due a zero. E se Zaza non calciasse sul portiere un diagonale che gli arriva sul piede dopo un contropiede di Belotti, sarebbero già tre in meno di metà tempo. Unico brivido prima dell’intervallo, ma grosso, un’incertezza difensiva che libera Rybak davanti a Sirigu: imperdonabile il pallonetto fuori misura del numero 19 del Soligorsk, da due passi

ANDREA, “LOLLO” E KEVIN Zaza ha voglia di tenere il ritmo realizzativo di Belotti, ma al 10′ della ripresa il suo sinistro è deviato da Klimovich. E il portiere si ripete su Simone poco dopo, stavolta bloccando il tiro. Così è invece il Gallo ad allungare: al 18′ Berenguer attinge ancora alla generosità di Rybak e conquista un rigore, che il capitano trasforma nel 3-0 e nel quarto centro personale in tre gare. Zaza ci riprova di testa, poi di nuovo in contropiede, ma ancora niente: sul secondo tentativo, però, irrompe De Silvestri e trova la carambola del 4-0. Dal poker si passa al pokerissimo, perché ormai i bielorussi si sono sciolti: destro di Belotti, respinta corta del portiere e gioia anche per Bonifazi, che fa 5-0. Si rilassa un minimo perfino Mazzarri, acclamato dai tifosi e contento di ricambiare con un gesto della mano. FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.