Native iOS: Apple posticipa l’adeguamento della sua politica App Store in merito alle applicazioni igaming

Apple ha concesso agli sviluppatori del settore igaming mobile, un ulteriore proroga di adeguamento alle modifiche apportate ai suoi termini e condizioni in merito alla politica dell’App Store.

Aggiornando la sua politica mobile, Apple ha confermato un ritardo di sei mesi alla sua applicazione di progettazione iOS per le app relative alle scommesse, che avrebbero dovuto essere implementate il 3 marzo 2020.

A giugno 2019, Apple ha aggiornato le linee guida per la revisione dell’App Store imponendo restrizioni alle “app di scommesse con denaro reale” e bloccando le applicazioni non native, una decisione che ha causato molta deliberazione del settore sui motivi di Apple in merito al monitoraggio delle app di gioco.

Inizialmente, Apple aveva intenzione di far rispettare le richieste di iOS relative al gioco d’azzardo entro il 12 settembre 2019.

Dopo una serie di reclami riguardanti un lasso di tempo “non realistico” per attuare le modifiche, la scadenza è stata spostata a marzo 2020 per consentire agli operatori del settore tempo supplementare per conformarsi alle nuove linee guida.

È stato anche riferito che Apple ha in programma di implementare una chiara distinzione tra app iOS native e prodotti HTML5. È stato riferito che il gigante della tecnologia è frustrato dal numero di operatori del settore che utilizzano “contenitori” per indicizzare i loro siti Web di casinò mobili o scommesse sportive come app sul suo App Store.

Apple ha confermato che la sua nuova scadenza IOS nativa per l’app con denaro reale verrà rinviata al 30 giugno.