Juventus: Allegri fa il punto!

Allegri in conferenza stampa ha analizzato la sfida Juventus – Milan: ” Bonucci non è ancora al tom, Ronaldo sembra sempre più in forma“.

La prima parola della conferenza stampa è quella che conta, perché arriva alla domanda più importante: come sta Cristiano?

“Meglio”, ha affermato Allegri, allenatore della Juventus.

“Ci sono buoni segnali dai suoi allenamenti e minuti in campo… sta facendo di tutto per recuperare gli acciacchi ed esserci contro l’Ajax.

La squadra ha bisogno del miglior CR7 e speriamo possa essere a disposizione. Domani? No, nessuna possibilità che venga convocato”.

Buone notizie invece dagli altri infortunati: “Dybala, Mandzukic e Spinazzola saranno a disposizione per il Milan.

Per Khedira c’è da valutare la condizione fisica, mentre Douglas Costa dovrebbe esserci mercoledì. Barzagli ha un controllo in questi giorni, Cuadrado sabato prossimo a Ferrara sarà a disposizione”. E ancora: “Caceres è fuori per tre settimane, mentre Perin è da valutare giorno per giorno ma domani non ci sarà”.

FORMAZIONE — Quindi, per la partita Juve – Milan di domani alle 18 contro, dentro Szczesny e l’ex Bonucci, sicuro in difesa come Rugani. “Chiellini molto probabilmente starà fuori”, dice Allegri e non è una sorpresa: tutto previsto dopo i 90 minuti a sorpresa di Cagliari. In avanti, restano sul tavolo varie soluzioni.

A una domanda sulla compatibilità tra Kean e Mandzukic invece, Allegri ha spiegato che per lui non ci sono problemi: “Kean corre verso la porta, può giocare con Mandzukic, con Dybala, con Bernardeschi e con chiunque altro giocatore. Oggi vedrò chi è in condizione migliore, è una partita tosta e giocherà chi più è in condizione. Moise sta crescendo, è giovane e avrà tanto da dimostrare nei prossimi anni.

L’importante è che lui per diventare un grande giocatore acquisisca un livello mentale molto alto e non si bruci come tanti altri giocatori alla sua età. Una volta per essere giocatore dovevi avere 100 partite in A, ora è diverso e ci vuole molta calma e solidità mentale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.