FA Cup, Deulofeu magico: Watford in finale contro il City, Wolves k.o.

L’ex Milan è entrato al 21’ della ripresa e ha ribaltato un match che il Wolverhampton vinceva 2-0. Lui e Deeney fanno 2-2, poi nei supplementari il catalano si inventa anche il gol del 3-2: in finale ora c’è il City

Chissà se Gerard Deulofeu meriterà un giorno una canzone di Elton John, grande tifoso del Watford, trascinato ieri nella finale di FA Cup dopo 35 anni dal catalano ex Milan e Barcellona. L’esterno di Riudarenas è entrato al 66’ e ha ribaltato un match che il Wolverhampton stava vincendo 2-0. Deulofeu ha riaperto il match con un pallonetto fantastico al 79’, che ha fulminato il portiere Ruddy. A quel punto è cambiato il vento, come urla Marco Giallini nella scena finale di Posti in piedi in paradiso. Il Watford è tornato in corsa e un rigore trovato da Deeney al quarto minuto di recupero in un contatto con Dendoncker ha rimesso tutto in discussione: lo stesso Deeney ha firmato il 2-2 con una botta assassina. Sull’asse Deeney-Deulofeu è nato al 104’ il 3-2: il tocco dell’esterno catalano ha fatto piangere i trentatremila tifosi del Wolves, costretti ad assistere al gol-partita sotto al loro settore. Il Wolves ha cercato con la corsa e con il cuore il pareggio, ma non è bastato: in finale, il 18 maggio prossimo, ci sarà il Watford di Javi Gracia, in una sfida dal profumo di derby con il Manchester City.

DEULOFEU SHOW — Una splendida semifinale, decisamente superiore a quella di sabato in cui il City ha vinto 1-0 con il Brighton. Wolves e Watford rappresentano la classe media della Premier. Il Wolverhampton è ottavo, il Watford decimo, con un punto di differenza. Per 79’, l’esile divario è stato riproposto a Wembley. La squadra di Espirito Santo è passata al 36’ con la capocciata di Doherty sul cross di Diogo Jota e ha raddoppiato al 62’ con Raul Jimenez: controllo e tiro al volo. Il messicano ha festeggiato con una maschera. Il Watford, trascinato dalla personalità forte di Deeney, non ha però deposto le armi e l’ingresso di Deulofeu al 66’ è stata la mossa-chiave. Il pallonetto spettacolare dell’esterno catalano ha sconvolto il copione. Espirito Santo ha cambiato troppo presto Ruben Neves e Diogo Jota, nel tentativo di proteggere il 2-1. Il rigore di Deeney al 94’ e il 3-2 di Deulofeu al 104’ sono stati una mazzata per l’allenatore portoghese e per il popolo Wolves. In finale va il Watford di Gino Pozzo e di un allenatore spagnolo sbarcato in Inghilterra per giocarsi la chance per far ripartire la sua carriera. Deolofeu ha vissuto una delle giornate più importanti della sua vita: settimo calciatore della storia a firmare una doppietta in una semifinale di FA Cup, ha riproposto al bellezza del suo talento. FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.