Basket Serie A2, playoff: Treviso, Rieti e Capo d’Orlando sul 2-0

In Gara-2 quattro vittorie esterne. Bobby Jones show contro Forlì. In equilibrio Verona-Casale, Treviglio-Roseto, Udine-Biella e Montegranaro-Latina. Bergamo, non basta un Taylor da 48 di valutazione: Mantova passa al supplementare e va sull’1-1

Iniziano ad accendersi i playoff di A-2. Mentre in gara-1 c’era stata una sola vittoria esterna, nella seconda partita sono ben quattro le squadre a capitolare davanti al proprio pubblico: le uniche avanti 2-0 nella propria serie rimangono Treviso, Rieti e Capo d’Orlando. Ora per gara-3 (ed eventuale gara-4) si gioca a campi invertiti e non si escludono sorprese. Nei playout invece grande battaglia in quel di Piacenza: la spunta la Bakery su Cassino, dopo ben due supplementari. Si gioca anche il primo maggio: in programma alle 18 gara-2 di playout Legnano-Cento (serie 1-0) ed il ritorno della finale per il titolo di Campione d’Italia serie A-2 Fip tra Fortitudo e Virtus Roma (all’andata terminò 77-77).

PLAYOFF – OTTAVI DI FINALE – GARA-2 — Treviso-Trapani 98-68 (serie 2-0) Tutto facile per Treviso, che sfiora i cento punti e rifila un trentello a Trapani, ipotecando la qualificazione ai quarti di finale. Non c’è praticamente mai partita al Palaverde: i veneti partono 7-0 e per i siciliani è tutta una gara di rincorsa. Alla pausa lunga il tabellone dice 51-36, la ripresa serve solo alla banda di coach Menetti per allargare il divario a suon di triple (15/33 il computo finale). 134-62 la valutazione a fine gara, a testimonianza di un dominio a tutto tondo. Treviso: Logan 19 (5/7 da tre), Tessitori 16+9 rimbalzi, Burnett 16 Trapani: Renzi 14+8 rimbalzi, Pullazi 13, Clarke 12

Rieti-Forlì 66-61 (serie 2-0) Non cambia quasi nulla rispetto a gara-1 al Pala Sojourner. Si lotta per tre quarti e mezzo in sostanziale equilibrio, poi i padroni di casa riescono a indovinare l’allungo nel finale: a Forlì sembra sempre mancare qualcosa e non può esserci Giachetti a mettere ogni volta una pezza. Il primo tempo non conosce padroni (34-32), mentre nella ripresa Bobby Jones e compagni provano ripetutamente a scrollarsi di dosso l’avversaria: ma la squadra di coach Marcelo Nicola riesce sempre a rintuzzare. Sul 56-55 (35’) però Forlì butta via tutto: perde tre palloni consecutivi, così Jones e Carenza possono chiudere il match. Rieti: Jones 17+14 rimbalzi, Jackson 14+8 assist, Vildera 10 Forlì: Lawson 21, Giachetti 15, Marini 11

Verona-Casale M. 69-76 (serie 1-1) Da Verona non sai mai cosa aspettarti: squadra ricchissima di talento, che si affida molto alla vena dei singoli e alla precisione nel tiro dalla lunga. Virtù che possono diventare vizi quando la luce si spegne improvvisamente, e in una serie playoff può costare molto caro. All’AGSM Forum sembra di vedere due partite: nel primo tempo dominio assoluto della formazione scaligera, che chiude avanti 42-25; nella ripresa c’è solo Casale, che piazza un parziale incredibile (51-27) grazie al trio Pinkins, Denegri e Cesana. Ora la serie si trasferisce in Piemonte e la squadra di Dalmonte rischia tantissimo. Verona: Candussi 16, Ferguson 14, Poletti 13+10 rimbalzi Casale: Denegri 19, Cesana 15, Pinkins 13+10 rimbalzi

Treviglio-Roseto 80-67 (serie 1-1) Treviglio vendica l’inattesa sconfitta di gara-1 e riporta la serie in parità: ora il confronto si sposta in Abruzzo e i lombardi dovranno provare a vincere almeno una delle due partite, per non rischiare di trovarsi in vacanza. Molto meglio rispetto alla prima partita la truppa di coach Vertemati, sia in attacco che in difesa: dopo un primo tempo in totale equilibrio (38-35), a decidere la gara sono i primi minuti del terzo quarto, quando Roseto non riesce a segnare e Treviglio scava un vantaggio in doppia cifra (parziale di 13-0), che nell’ultimo periodo si allargherà fino a +20. Treviglio: Nikolic 23, Reati 14, Borra 10+10 rimbalzi Roseto: Akele 14, Rodriguez 12+5 recuperi, Person 11 FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.