Kawhi, un tiro da leggenda. Toronto in finale a Est, Phila in vacanza

Leonard infila il canestro decisivo sulla sirena di gara-7 che vale il 92-90 regalando la finale della Eastern Conference ai suoi Raptors

Anche un ragazzo silenzioso e mai sopra le righe come lui, alla fine, si è lasciato andare. Kawhi Leonard infila il canestro decisivo sulla sirena di gara-7 che vale il 92-90 regalando la finale della Eastern Conference ai suoi Raptors e lasciandosi andare in un urlo liberatorio. Una reazione umana dopo una giocata da alieno, ciliegina su una prestazione da 41 punti che ha eliminato i Sixers e messo nel mirino i Bucks per la sfida finale a Est.

KAWHI La giocata di Leonard è una diapositiva già impressa nella storia. Perché Kawhi è il 2° giocatore di sempre a infilare un buzzer beater in una gara decisiva per il passaggio di turno, raggiungendo Michael Jordan e il suo “The Shot” di gara-5 del 1° turno tra Bulls e Cavs nel 1989. A rendere tutto ancora più leggendario ci ha pensato la danza della palla sul ferro, che ha sospeso il tempo e il respiro dei presenti alla Scotiabank Arena. “Sapevo che sarebbe entrata. Ne ero certo sin dal primo momento” ha detto Nick Nurse nel post partita, con la sicurezza di un coach che può contare su un fenomeno come Kawhi. La stella dei Raptors è il dominatore di gara-7, prima ancora dell’artista che ha firmato la sua tela con un jumper in equilibrio precario dall’angolo e in faccia a Joel Embiid. Il suo tabellino recita 41 punti, 8 rimbalzi e 3 palle rubate, numeri di una prestazione eroica che ha salvato la sua Toronto. I canadesi, infatti, non hanno brillato: 38.2% dal campo, 23.3% da 3 punti e 1 solo parziale a favore (nel 1° periodo), pur con il buon contributo di Serge Ibaka (17 punti, miglior prova nella sua serie) e alcuni lampi di Kyle Lowry (10 punti col 4/13 al tiro) e Pascal Siakam (11 col 4/11). Ma hanno lottato e morso in difesa, soprattutto nelle fasi conclusive, con Philadelphia tenuta a soli 5 punti negli ultimi 3 minuti. Al resto, ci ha pensato Kawhi…

LACRIME La gara-7 (e l’intera stagione) dei Sixers è tutta nelle lacrime di Joel Embiid. “Perdere così, all’ultimo tiro, dopo una partita tiratissima fa davvero schifo. Ognuno di noi ha dato tutto” ha confessato nel post partita. A Philadelphia, però, non sono bastati i suoi 21 punti con 10 rimbalzi oltre ai 17 di JJ Redick e i 16 di Jimmy Butler, autore del 90 pari a 4” dalla sirena finale con una giocata da leader rabbioso. Big Jo non è riuscito a nascondere la frustrazione per una partita, e una serie, compromessa dai suoi problemi alle ginocchia. I Sixers, infatti, sfiorano l’impresa ma crollano proprio perché è mancata la scintilla che solo la sua stella camerunese poteva dare. La stessa che Toronto ha trovato in Leonard. Impossibile chiederla a Ben Simmons, ancora sottotono con 13 punti (ma soli 5 tiri presi dal campo) e a secco negli ultimi, decisivi, 7 minuti di partita.

LA PARTITA Inizio freddissimo. I primi a trovare un po’ di ritmo sono i Raptors, coi canestri di Leonard e Ibaka che valgono il 21-13 in apertura di 2° quarto. Philadelphia, però, non perde la presa sul match: Embiid e Harris coronano il break di 16-4 per il sorpasso 37-33, subito vanificato da Kawhi e Lowry per il 44-40 dei padroni di casa all’intervallo. Nella ripresa i canadesi trovano presto il 50-41 firmato Gasol, prima di spegnere pericolosamente la luce con 4’46” senza canestri. Phila ne approfitta con un parziale di 16-0 per il 57-50. A risvegliare Toronto ci pensa Leonard, coi colpi che riportano i suoi in scia. La partita corre sui binari dell’equilibrio fino alla conclusione. Siakam tenta la spallata a 1’14” dalla sirena, col jumper dell’89-85. Butler ricuce, fino al canestro del 90 pari con 4” rimasti che sa di overtime. Toronto, però, esce dal time out con uno schema preciso: dare palla a Leonard, che riceve e si crea spazio per un jumper che bacia ferro e retina, regalando così ai suoi la finale della Eastern Conference. Toronto: Leonard 41 (14/30, 2/9 da 3, 7/8 tl), Ibaka 17, Siakam 11. Rimbalzi: Siakam 11, Gasol 11. Assist: Leonard 3 Philadelphia: Embiid 21 (5/12, 1/6 da 3, 8/9 tl), Redick 17, Butler 16. Rimbalzi: Embiid 11. Assist: Simmons 5 FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.