Frosinone e Chievo non sfondano, senza reti l'”anticipo” di B. Ultima in carriera per Pellissier

Pareggio tra ciociari e veneti nella prima partita dell’ultimo turno di campionato

Frosinone e Chievo, già retrocessi da tempo, si congedano dalla Serie A con un prova d’orgoglio. Anche nel faccia a faccia finale le due squadre confermano i propri limiti realizzativi e così il gol non arriva. Tuttavia onorano il campionato sino all’ultimo istante nella gara che porta anche l’addio al calcio di Sergio Pellissier, bomber nella storia del Chievo e ora pronto a un ruolo di primo pirano nella società di Campedelli.

IN EQUILIBRO Nel Frosinone, rispetto alla formazione opposta al Milan, torna Capuano sulla sinistra della retroguardia e in attacco c’è Dionisi, alla prima stagionale da titolare. Nel Chievo squalificati Barba e Stepinski, infortunato Leris, mentre Bani e Tomovic non sono al meglio e partono dalla panchina. In difesa si rivedono Frey e Andreolli. A metà campo si riaffaccia Rigoni; in avanti tocca a Pucciarelli affiancare Pellissier. I ciociari cercano subito di sorprendere la squadra di Di Carlo, ma i tentativi di Valzania e Dionisi non riescono a impensierire Semper. Al quarto d’ora invece il tiro radente di Ciano dà brividi ai veneti: di poco a lato. Un minuto prima Pellissier aveva insaccato in rete ma l’azione era stata invalidata per un fuorigioco di Andreolli. Chievo attento e ordinato, agile nelle ripartenze ma non riesce a puntare la porta del Frosinone. Che macina gioco con continuità pur ingolfandosi in fase offensiva. Al 33’ si ferma Dioussè per guai muscolari e Di Carlo innesta a centrocampo Burruchaga, che è al debutto in A. Primo tempo equilibrato, giocato a buon ritmo da entrambe le formazioni, a caccia dello spunto per far saltare il banco.

APPLAUSI PER TUTTI  Nella ripresa il Frosinone riparte con Maiello al posto di Valzania. Ariaudo tenta la via della rete del Chievo ma il suo colpo di testa è fuori bersaglio. Replica Cesar con una capocciata controllata da Bardi. La squadra di Baroni avanza il baricentro. Al 17’ Piazon rileva Vignato. Un minuto dopo Ciofani dà il cambio a Zampano e il Frosinone passa al 3-4-1-2. Al 22’ qualche dubbio su un mani in area di Depaoli viene fugato dal silent check. Insistono i ciociari. Al 33’ nel Chievo esce Pucciarelli e ecco un altro debuttante, Juwara. Dall’altra parte, Trotta rileva Dionisi. Ci prova Beghetto al 39’ ma Semper è di guardia. Assalto dei ciociari. Va alto l’ultimo tentativo di Ciano e lo 0-0 non si sblocca. Ma al fischio finale lo Stirpe riserva solo applausi e l’ultima immagine è una zoomata sul volto ricco di emozioni di Pellissier, avvolto nell’abbraccio di compagni e avversari.FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *