La solita Rapinoe stende la Francia: Usa in semifinale

La doppietta della stella statunitense stende le transalpine. Tardiva la reazione delle padroni di casa, in gol con Renard sul finale

In semifinale ci vanno ancora le campionesse in carica degli Stati Uniti, battuta la Francia 2-1 a casa sua nel Grand Match, la partita delle partite come l’hanno chiamata da queste parti, quella che tutti aspettavano dal sorteggio dell’8 dicembre. Ancora protagonista l’anti trumpiana Morgan Rapinoe, che si inginocchia all’inno ma in campo è sempre sul pezzo: doppietta e quinto gol nel torneo. Martedì a Lione le ragazze di Jill Ellis contro la Germania cercheranno la loro quinta finale in otto edizioni della Coppa del mondo.

IL SOLITO SPRINT Partono forte gli Usa, a stressare la catena di destra francese: al 4’ giallo per Bathy per fallo su Rapinoe; sulla punizione, un minuto dopo, vantaggio con la stessa “Pantera Rosa”, al quarto gol nel torneo, palla sotto un nugolo di gambe prima di beffare il portiere Bouhaddi. In tutte le cinque partite disputate gli Stati Uniti hanno sempre segnato nei primi 12’. Ma la Francia c’è, Diani sulla destra tiene molto basso l’esterna bassa Dunn. Alla mezzora il capitano francese Henry ci prova di testa su angolo, palla larga sul palo lontano. Il primo tempo si chiude senza tante emozioni e un possesso palla a favore delle padrone di casa (57%).

CINISMO USA In avvio di ripresa, Usa ancora a sgasare, doppia respinta di Bouhaddi su diagonale di Mewis e tap-in di Heath. Al 6’ ci prova due volte da fuori il capitano delle Bleues Henry ma viene murato dalla difesa. Al 13’ grande occasione sciupata da Le Sommer che da fuori l’area piccola spara a lato. Massima spinta della Francia, Diani sulla destra lanciata davanti al portiere si fa recuperare da Dunn. E al 18’ ci prova Gauvin di testa, parata plastica del portiere Naeher. Nel momento migliore francese, cinico raddoppio di rimessa delle campionesse in carica ancora con Rapinoe (con 5 reti aggancio alle capocannoniere Morgan, Kerr e White), che appoggia in rete di piatto a centro area un traversone basso dalla destra di Heath. La stessa esterna va in rete al 30’ ma è in fuorigioco. Al 36’ sussulto Francia con Renard, che di testa insacca una punizione da sinistra e buca Naeher per la seconda volta in cinque gare. Sono dieci minuti di fuoco al Parco dei Principi di Parigi ma come in tutti i Mondiali disputati, nelle prime quattro ci sono ancora gli Stati Uniti. FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.