Fognini crolla ad Amburgo contro Carreno-Busta

Fabio fuori con lo spagnolo che non ha mai battuto. Fuori Thiem. Zverev-Lendl: divorzio e vittoria. Fabbiano stop per pioggia

Fabio Fognini crolla al terzo set in Germania contro lo spagnolo Carreno-Busta e deve dire addio al torneo di Amburgo. Dopo aver vinto il primo set 6-3, l’italiano ha ceduto 6-2 7-6(4). Fabbiano in Svizzera, dovrà aspettare qualche ora per cercare un posto in semifinale contro il tedesco Stebe. In campo femminile invece, a Palermo la Paolini sfida nella notte l’olandese Kiki Bertens. Intanto arriva la notizia del doppio forfait di Djokovic e Del Potro per Montreal, torneo sul cemento di preparazione per l’Us Open, al via il 26 agosto.

AMBURGO Non era stata la miglior versione di Fabio Fognini quella che si era vista sulla terra rossa tedesca (Atp 500, 1.718.170 euro) negli ottavi di giovedì, probabilmente anche per la condizione fisica non ottimale. Ma era comunque arrivato il successo contro il 18enne tedesco Rudolf Molleker, numero 150 Atp. Nei quarti però lo spagnolo Pablo Carreno Busta, numero 59 del ranking mondiale e vincitore di tutte e sei le sfide precedenti con l’azzurro, lo ha mandato k.o. ancora una volta. I primi due semifinalisti sono il georgiano Basilashvili, che si sbarazza in due set del francese Chardy, e – sopresona – il russo Rublev (n.78 del ranking Atp), che vincendo due tiebreak ha eliminato il finalista delle ultime due edizioni del Roland Garros, l’austriaco Dominik Thiem, numero 4 al mondo.

SEPARAZIONE Sascha Zverev, che sfiderà il serbo Krajinovic, ha intanto divorziato dal suo coach, il mitico Ivan Lendl. “Credo molto in Sascha, che è ancora molto giovane – ha detto l’ex campione ceco – . Credo che possa diventare un grande giocatore, ma al momento ha alcuni problemi fuori dal campo che rendono problematico lavorare secondo la mia filosofia” . Il tedesco aveva già manifestato il suo disagio con l’allenatore nei giorni scorsi: “A volte passa mezz’ora a raccontarmi come è andato il suo ultimo giro a golf” aveva detto Zverev, mettendo in luce un rapporto ormai logoro. La seprazione non ha comunque inficiato la prestazione di Sasha ad amburgo dove ha vinto in rimonta contro il serbo Krajinovic 2-6 7-5 6-2.

GSTAAD Dopo l’eliminazioni di Moroni e Sonego, nel derby con Fabbiano, è proprio quest’ultimo l’unico azzurro rimasto nei quarti di Gstaad (Svizzera, Atp 250, terra, 524.340 euro). Thomas, numero 90 Atp, si giocherà domani mattina, dopo lo slittamento del programma per pioggia, un posto nelle semifinali con il tedesco Cedrik-Marcel Stebe, numero 455 Atp, in gara con il ranking protetto. Il 28enne di Muehlacker è in vantaggio per 2-1 nel bilancio dei precedenti: il pugliese si è imposto nel primo, disputato negli ottavi del futures di Quartu Sant’Elena nel 2008, mentre il tedesco è andato a segno negli ottavi del challenger di Kyoto nel 2011 ed al primo turno del challenger di Bratislava nel 2016.

Quarti: Ramos (Spa) b. Carballes Baena (Spa) 6-2 6-1; Andujar (Spa) b. Lajovic (Ser) 7-6 (4) 6-4; Bautista (Spa) c. Sousa (Por); FABBIANO c. Stebe (Ger).

PALERMO Quarti Wta per la seconda volta in carriera per Jasmine Paolini. Dopo Praga 2018, la toscana approda tra le migliori otto anche al “Palermo Ladies Open”, Wta International da 250mila dollari di montepremi – di nuovo in calendario dopo sei anni di assenza (l’ultima edizione, nel 2013, fu vinta da Roberta Vinci) – in corso sulla terra rossa del Country Time Club. E si prenota per il best ranking. Negli ottavi la 23enne di Castelnuovo di Garfagnana, numero 142 Wta, ha sconfitto per 6-4 5-7 7-6(4), dopo oltre due ore e tre quarti di battaglia, la rumena Irina-Camelia Begu, numero 100 Wta. Nei quarti la sfiderà l’olandese Kiki Bertens: la 27enne di Wateringen, numero 5 del ranking mondiale e prima favorita del torneo, ha regolato per 6-3 6-1 la serba Aleksandra Krunic, numero 103 Wta, superata per la terza volta in altrettante sfide. Tra Paolini e Bertens non ci sono precedenti.

Quarti: Teichmann (Svi) c. Friedsam (Ger); Rus (Ola) c. Badosa (Spa); Ferro (Fra) c. Samsonova (Rus); Bertens (Ola) c. PAOLINI. FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.