Nba playoff, Boston domina Milwaukee in gara-1

Horford ammutolisce Antetokounmpo, Irving illumina e i Celtics si prendono 112-90 il primo atto delle semifinali di conference

Quando il gioco si fa duro, i Celtics iniziano a giocare. Boston domina gara-1 di semifinali di Conference in casa Bucks chiudendo con una netta vittoria per 112-90. La squadra di coach Stevens mette in scena il meglio del repertorio, visto solo a tratti nel corso della stagione. Kyrie Irving dirige l’orchestra con 26 punti e 11 assist, Jaylen Brown (19) e Gordon Hayward (13) giocano da secondi violini d’élite mentre Al Horford è il totem da 20 punti e 11 rimbalzi che impressiona in difesa contro il pericolo pubblico numero 1 Giannis Antetokounmpo. Il greco termina con 22 punti, 8 rimbalzi e 7 assist, ma fatica per tutto il match a trovare ritmo in attacco (7/21 dal campo e -24 di plus/minus). Come tutta la sua Milwaukee (35% totale), che perde subito il fattore campo.

LA PARTITA — Avvio fulminante di Milwaukee, che si affida alle triple di Khris Middleton per prendersi il vantaggio. Boston risponde alzando sin l’intensità in difesa e mettendo presto Antetokounmpo con le spalle al muro. Irving e Morris infilano i canestri che propiziano un super parziale di 17-3, per il 21-10 che fa calare il silenzio al Fiserv Forum. A risvegliare i presenti ci pensa George Hill, chiamato a portare esperienza e qualità dalla panchina. I suoi 7 punti consecutivi tengono a galla Milwaukee, fino al 26-17 che mette fine a un 1° periodo da 26.3% dal campo. Dopo 12’ giocati a motore completamente spento, Giannis prova ad alzare i giri in apertura della seconda frazione volando sopra il ferro a inchiodare il primo canestro dal campo delle sue semifinali. I Celtics, però, rispondono con attacchi fluidi ed eseguiti alla perfezione: Gordon Hayward, Terry Rozier e Aron Baynes scaldano le mani dall’arco per il 40-25 che costringe coach Budenholzer al time out d’emergenza. La tirata d’orecchi ai suoi funziona. I Bucks, pur con Antetokounmpo in panchina a rifiatare, trovano un super parziale di 15-0, aperto e coronato dalle triple del solito Middleton e di Nikola Mirotic, che vale l’aggancio (40 pari) e il sorpasso (46-44). Hayward e Irving salvano Boston dal blackout, che riesce a mettere nuovamente il naso avanti 52-50 al rientro negli spogliatoi. Dopo un 1° tempo da soli 8 punti (col -11 di plus/minus) tutta Milwaukee attende la reazione di Antetokounmpo. Che non arriva. Il capolavoro difensivo di Horford si completa con le triple che siglano il nuovo break di 16-4 che regala il 70-60, vantaggio che si dilata fino all’86-65 grazie ai colpi dai 7 metri e 25 di Hayward e Rozier. I Bucks barcollano alle corde del match, incapaci di trovare la giusta scossa senza il solito contributo del loro fenomeno greco e di Eric Bledsoe (solo 6 punti), sparito nello scontro con Irving. I Celtics rifilano la spallata decisiva con ancora 6’40” sul cronometro, ancora una volta, grazie alla coppia formata da Kyrie e Horford per il 100-80 che fa calare il sipario. 
Milwaukee: Antetokounmpo 22 (4/16, 3/5 da 3, 5/10 tl), Middleton 16, Mirotic 13. Rimbalzi: Middleton 10. Assist: Middleton 6 
Boston: Irving 26 (10/15, 2/5 da 3), Horford 20, Brown 19. Rimbalzi: Horford 11. Assist: Irving 11
FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.