Europa League, Chelsea pari a Francoforte. Arsenal, tris al Valencia

Semifinali di andata: gli uomini di Sarri pareggiano 1-1 contro l’Eintracht, i Gunners rimontano gli spagnoli con un grande Lacazette. Settimana prossima il ritorno

Piccolo passo verso la finale londinese di Europa League. È presto per dirlo, ma dall’equilibrio delle semifinali di andata Arsenal e Chelsea si trovano con un piccolo vantaggio rispetto a Valencia e Eintracht. Ma è ancora tutto apertissimo: gli uomini di Sarri escono dalla temibile Commerzbank-Arena di Francoforte con un buon pareggio che però non chiude i conti; i Gunners vincono con il Valencia per 3-1 in rimonta ma non possono ritenersi al sicuro in vista della trasferta spagnola, sebbene il gol nel recupero di Aubameyang indirizzi la qualificazione.

EINTRACHT-CHELSEA 1-1 Nell’infernale atmosfera della Commerzbank-Arena gli uomini di Sarri partono con il piglio giusto, ma l’Eintracht trova presto le misure. E i tedeschi passano in vantaggio al 23’ con il solito Jovic, bravo a trovare il palo lontano con il colpo di testa. La reazione dei Blues non si fa attendere: Pedro, Willian e Loftus-Cheek non trovano di poco la porta. Il pari è nell’aria, ci pensa Pedro a portare Sarri al riposo sull’1-1 grazie al sinistro nell’angolino a un passo dall’intervallo. A inizio ripresa rallentano i ritmi del match ma il Chelsea continua ad avere il predominio territoriale e al 60’ colpisce la traversa con David Luiz su punizione. Il secondo tempo è tutto dei blues, che al 74’ hanno una doppia occasione e pochi minuti più tardi si rendono pericolosi ancora con David Luiz. Nel finale si fa vedere l’Eintracht e per poco i tedeschi non trovano il colpaccio: Da Costa salta David Luiz e mette in mezzo, Paciencia sul secondo palo non ci arriva per pochissimo; poco più tardi Abraham sfiora il vantaggio di testa.

ARSENAL-VALENCIA 3-1 Ritmi altissimi in avvio, la prima enorme palla gol è per il Valencia al 9’: Moreno scatta sul filo del fuorigioco e mette in mezzo, Garay spara alto da un passo. Ma passano pochi minuti e arriva il vantaggio ospite con il colpo di testa di Diakhaby, che supera Cech. I Gunners sono in totale confusione, rischiano anche di subire il secondo gol ma nel momento peggiore si aggrappano a Lacazette: il francese segna due gol e ribalta la partita. E dopo essersela vista brutta, gli uomini di Emery iniziano a maginare calcio e attaccano alla ricerca del 3-1. Il copione della ripresa è lo stesso del finale di primo tempo: Arsenal in attacco, il Valencia si chiude e cerca di ripartire. Ma i Gunners non creano grossi presupposti per aumentare il vantaggio fino al 67’: ancora Lacazette, ma questa volta il francese si fa ipnotizzare da Neto da pochi passi. Il finale di partita è equilibrato, ma nel recupero arriva l’importante 3-1 dei Gunners grazie alla volée di Aubameyang. FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.