Semifinali a Madrid: ora Djokovic-Thiem, stasera Nadal-Tsitsipas

Nole batte l’austriaco, che aveva eliminato Federer, con due tie-break. In serata Rafa contro il greco, che non ha mai vinto un set contro lo spagnolo. Donne: ora la finale Halep-Bertens

Nole Djokovic, testa di serie numero 1, è il primo finalista del “Mutua Madrid Open”, quarto Masters 1000 stagionale, montepremi di 6.536.160 euro. Il serbo, che ieri aveva passato il turno senza giocare grazie al ritiro di Marian Cilic, fermato da una intossicazione alimentare, ha superato Dominic Thiem, testa di serie numero 5, per 7-6 (2) 7-6 (4). L’austriaco, che aveva eliminato Roger Federer, non è riuscito ad abbattere un altro gigante. Per Nole, campione a Madrid nel 2011 e 2016, era la semifinale numero 62 in un Masters 1000, mentre Dominic inseguiva la terza finale sulla terra rossa spagnola, avendo perso le ultime due. Nell’altra sfida, Rafa Nadal (facile su Wawrinka nei quarti) se la vedrà con Stefanos Tsitsipas (vittorioso in tre set su Sascha Zverev), che ha già battuto tre volte (Barcellona 2018, Atp Masters 1000 in Canada e Australian Open), senza mai perdere neppure un set.

HALEP PER IL TRONO Simona Halep e Kiki Bertans sono le protagoniste della finale odierna (18.30) di Madrid (7.021.128 euro) . In semifinale la romena, numero 3 del ranking e del  seeding, due volte campionessa a Madrid (2016-2017), ha sconfitto 6-2 6-7 (2) 6-0, in poco meno di due ore, la svizzera Belinda Bencic, numero 18 del ranking mondiale, protagonista nei quarti dell’eliminazione della numero uno del mondo Naomi Osaka. Per Simona sarà la 35a finale in carriere (18 i trofei già messi in bacheca, l’ultimo a Montreal lo scorso agosto), la quarta a Madrid. In caso di “triplete” (ha già vinto qui nel 2016 e nel 2017) la Halep tornerebbe al numero uno del ranking scavalcando la Osaka. Per riuscirci deve superare Kiki Bertens: l’olandese, numero 7 del ranking e del seeding, finalista nel 2018, nell’altra sfida ha battuto 6-2 7-5, in poco meno di un’ora e mezza, la statunitense Sloane Stephens, numero 8 del ranking e del seeding. Per la 27 di Wateringen è l’undicesima finale in carriera: 8 i titoli vinti, l’ultimo a San Pietroburgo lo scorso febbraio. Nel bilancio dei precedenti la Halep è in vantaggio per 3-2 sulla Bertens ma l’olandese ha vinto l’ultima sfida lo scorso anno in finale a Cincinnati dopo aver annullato un match point. FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *