Okaka schianta la Spal, ma che fatica! L’Udinese “vede” la salvezza

Vittoria importante per i bianconeri, che adesso aspettano i risultati dei toscani e del Genoa per festeggiare la salvezza. Primo tempo a senso unico, nella ripresa si sveglia la Spal ma non basta

L’Udinese festeggia virtualmente la salvezza battendo la Spal in una partita che sembrava chiusa già all’intervallo e che poi si è improvvisamente riaperta nella ripresa. La permanenza ufficiale dei bianconeri in Serie A potrebbe arrivare in serata o domani, in base ai risultati di Genoa ed Empoli, ma anche se fosse tutto rinviato all’ultima giornata la squadra di Tudor, che ha raggiunto i 40 punti, non dovrebbe correre grossi rischi.

PRIMO TEMPO La chiave del successo contro la Spal arriva dalla testa ancor prima che dalle gambe e quindi dall’approccio alla gara: il gruppo di Semplici è salvo da tempo e per 45 minuti non mostra la consueta cattiveria, mentre i friulani sono ovviamente molto determinati. Non è un caso che le tre reti del primo tempo arrivino da calcio piazzato, ossia da situazioni in cui la differenza di concentrazione può emergere in modo evidente. Al 6′ De Paul batte molto bene una punizione dalla trequarti e Samir è bravo ad anticipare tutti e a superare Gomis. Al 31′ e al 35′ arrivano due reti in fotocopia: angolo di De Paul, stacco vincente di Okaka, che colpisce indisturbato. La Spal difende a zona sui calci da fermo, ma l’attenzione è ai minimi termini e l’Udinese ne approfitta. Solo sull’1-0 la squadra di Semplici aveva avuto una grande occasione per segnare, ma dopo un tiro sporco di Lazzari la palla era giunta a Petagna che di destro da buona posizione aveva allargato troppo la conclusione.

SECONDO TEMPO Dopo l’intervallo, però, la situazione cambia perché la Spal modifica il proprio atteggiamento: si vedono subito maggiore determinazione e cattiveria. All’8′ Petagna salta Troost-Ekong e segna di destro e al 14′ Valoti di testa sfrutta bene un cross da sinistra di Kurtic realizzando il 2-3 che preoccupa i friulani. Semplici inserisce Antenucci, Jankovic e Paloschi passando prima al 4-3-1-2 e poi al 4-3-3. L’Udinese è frenetica, gestisce male la palla e riparte con fatica mentre la Spal prende campo e sfiora il pareggio al 29′ con un bel sinistro al volo di Kurtic che finisce sul fondo. Al 45′ Antenucci si libera bene al limite dell’area, ma conclude alto e in pieno recupero una conclusione al volo di Lazzari termina in curva. I tifosi dell’Udinese, quindi, possono festeggiare: la salvezza è davvero vicina. FONTE:GAZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.