Roland Garros, Nadal e Djokovic avanti facile. Serena trema

Dopo l’esordio di Federer, avanti anche gli altri grandi: lo spagnolo si libera di Hanfmann, Nole batte Hurkacz.La Williams perde un set con la Diatchenko poi si scatena

Con maglietta e bandana gialla, Rafael Nadal ha fatto il suo esordio al Roland Garros battendo facilmente in tre set il tedesco Yannick Hanfmann (6-2 6-1 6-3 lo score in un’ora e 57 minuti) che i tifosi italiani ricordano per essere stato l’avversario di Fognini nella finale di Gstaad 2018. Partita semplice per il maiorchino che ha annullato 4 palle break e impiegato 10 minuti per tenere il primo game. Poi è andato via liscio con il povero Hanfmann che ha impiegato 23 minuti per tenere il primo turno di battuta con Nadal già avanti 3-0. Lo spagnolo ha chiuso la prima frazione in 40 minuti per 6-2, poi ha dilagato piazzando prima una serie di 5 giochi consecutivi e poi una seconda serie di 3 che l’ha portato avanti 2 set a zero. Nel terzo parziale Rafa ha calato il ritmo e lo spagnolo ha impiegato ancora un game da 10 minuti per fare il break e salire 3-1. Il tedesco ha retto quasi fino alla scadenza della seconda ora di gioco piegandosi all’ultimo strappo di Nadal che ha chiuso con il sesto break. Sul pallottoliere di Rafa sono finite il 69% di prime con l’83% dei punti vinti, 25 i vincenti, 16 gli errori grauiti e 4 palle break salvate su 4. Per Rafa, che va a caccia del 12° titolo al Roland Garros in 15 partecipazioni, si è trattato della vittoria numero 87 in 89 partite a Parigi e del successo numero 254 nei tornei dello Slam (terzo di sempre dopo i 343 di Roger Federer e i 265 di Novak Djokovic). Semplicemente mostruoso anche il bilancio di Nadal in partite sulla terra al meglio dei cinque set: 112 vittorie e solo 2 sconfitte. Al secondo turno Nadal è atteso dal vincente del match in corso tra il belga Kimmer Coppejans e il tedesci Yannick Maden

SERENA TREMA Puro e semplice allenamento anche per Novak Djokovic che ha superato per 6-4 6-2 6-2 il valoroso polacco Hubert Hurkacz. Il serbo ha preso il largo già con il break del primo game che ha mantenuto fino alla conclusione del set. Poi ha dilagato nel secondo e ha preso il break di vantaggio già nel primo game del terzo set. Nole è andato a nozze sul ritmo del polacco ed ha chiuso al primo match point quando Hurkacz non è riuscito a tenere il campo la risposta. Al secondo turno Nole è atteso dallo svizzero Henri Laaksonen, lucky loser che ha superato al primo turno il qualificato spagnolo Pedro Martinez. Buone notizie per Fognini arrivano dall’eliminazione di Daniil Medvedev, in corsa con il ligure verso i top 10. Il russo, avanti di due set, si è fatto rimontare e battere 7-5 al quinto in 3 ore e 54 minuti dal francese Pierre-Hugues Herbert. Medvedev ha mancato il colpo del ko quando si è trovato avanti 2-0 al quinto, poi si è fatto riprendere e sul 5 pari ha subito il break decisivo. Sempre nel maschile avanti anche Pablo Carreno Busta (6-3 6-1 6-2 al portoghese Joao Sousa) e il francese Corentin Moutet (6-4 7-6 6-4 a Alexey Vatutin), fuori invece Nikoloz Basilashvili, testa di serie numero 15, batttuto in tre set dall’argentino Juan Ignacio Londero (6-4 6-1 6-3). Avanzano bene nel torneo anche Jo-Wilfried Tsonga (7-6 6-1 4-6 6-3 a Peter Gojowczyk) e Stanislas Wawrinka (6-1 6-7 6-2 6-3 a Jozef Kovalik). Tra gli outsider bene anche Borna Coric, vittorioso in 4 set di Aljaz Bedene. Nel femminile paura per l’esordio di Serena Williams, tre volte vincitrice di questo torneo (2002, 2013 e 2015). Opposta alla bella russa Vitalia Diatchenko, Serenona ha giocato un primo set disastroso commettendo ben 14 errori gratuiti, soprattutto con il dritto. Ma indietro per 6-2, l’ex numero 1 del mondo a inizio di secondo set ha cacciato un urlo da paura che ha dato il via alla riscossa. E con un parziale di 12 game a 1 l’americana si è qualificata per il secondo turno dove è attesa dalla vincente del match tra la giapponese Karumi Nara e la slovena Dalila Jakupovic. Buon esordio anche per una delle pretendenti alla prima posizione mondiale. L’olandese Kiki Bertens, numero 4 del tabellone, ha battuto per 6-3 6-4 la francese Pauline Parmentier (una delle 11 transalpine in gara nel tabellone femminile). Con il ritiro della Kvitova e l’eliminazione della Kerber, sono rimaste in 3 a contendere la prima posizione mondiale alla giapponese Naomi Osaka: oltre alla Bertens ci sono anche la campionessa uscente Simona Halep e la ceca Karolina Pliskova. Esce al primo turno Caroline Wozniacki, testa di serie numero 13. La danese, in non perfette condizioni fisiche, si è lasciata travolgere dalla russa Veronika Kudermetova che dopo aver beccato un pesante 6-0 iniziale, ha rovesciato l’esito della partita conquistando secondo e terzo set per 6-3 in 2 ore e 4 minuti complessivi. Per la danese, che in questo torneo vanta due quarti di finale (sempre battuta dalla futura vincitrice, nel 2010 battuta dalla Schiavone e nel 2017 dalla Ostapenko), è la terza eliminazione all’esordio dopo quella del 2007 e del 2014. Bene anche Ashleigh Barty (6-3 6-3 alla statunitense Jessica Pegula) e la finalista di Roma Johanna Konta (6-4 6-4 alla qualificata tedesca Antonia Lottner).

RISULTATI UOMINI Martinez (spa) b. Querrey (Usa) rit.; Londero (Arg) b. Basilashvili (Geo) 6-4 6-1 6-3. Carreno-Busta (spa) b. Sousa (Por) 6-3 6-1 6-2; De Minaur (AUs) b. Klahn (Usa) 6-1 6-4 6-4; Moutet (Fra) b. Vatutin (Rus) 6-4 7-6(6) 6-4; Krajinovic (Srb) b. Tiafoe (Usa) 6-2 46 6-3 3-6 6-0; Kecmanovic (Srb) b. Kudla (Usa) 6-0 6-7(7) 5-7 6-3 6-4; Gasquet (Fra) b. Zverev M. (Ger) 6-3 6-4 6-3; Caballes-Baena (Spa) b. Muller (fra) 64 6-4 6-2; Herbert (Fra) b. Medvedev (Rus) 4-6 4-6 6-3 6-2 7-5.

DONNE Davis (Usa) b. Pliskova Kr. (R.Cec) 6-2 6-4; Kuzmova (Slk) b. Cornet (fra) 6-4 6-3; Konta (Gbr) b. Lottner (Ger) 6-4 6-4; Cirstea (Rom) b. Kvitova (R.Cec) rit.; Bertens (Ola) b. Parmentier (Fra) 6-3 6-4; Kanepi (Est) b. Goerges (Ger) 7-5 6-1; Parry (Fra) b. Lapko (Blr) 6-2 6-4; Kudermetova (Rus) b. Wozniacki (Ola) 0-6 6-3 6-3; Brady (Usa) b. Jorovic (Srb) 7-6(5) 4-6 7-5; Hercog (Slo) b. Sasnovich (Blr) 4-6 6-2 8-6; Barty (Aus) b. Pegula (usa) 6-3 6-3; Minella (Lus) b. Pavliuchenkova (Rus) 6-4 6-2; Zhang (Cin) b. Lepchenko (usa) 6-1 6-1.; Sevastova (Lat) b. Kumkhum (Tha) 6-1 6-4; Vekic (Cro) b. Samsonova ( Rus) 6-2 6-4 FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *