Terzo turno: fuori la Pliskova, ok la Stephens

La ceca, n. 2 del tabellone, battuta dalla Martic. Muguruza fa fuori la Svitolina. La statunitense piega la slovena Hercog

Con la sconfitta di Karolina Pliskova, campionessa due settimane fa al Foro Italico, il Roland Garros perde (dopo Kvitova, Kerber e Bertens) anche l’ultima pretendente al trono della giapponese Naomi Osaka che rimarrà numero 1 del mondo anche a fine torneo, qualsiasi sia il risultato finale. La ceca, numero 2 del mondo, è stata battuta in due set dalla croata Petra Martic che avanza agli ottavi di finale con un comodo 6-3 6-3 maturato in un’ora e 25 minuti. Pliskova sotto tono, lenta e fallosa fin dai primi game; si salva con il servizio nei primi turni di battuta che tiene con agilità, poi nel settimo game si imballa e perde la battuta dopo essere stata avanti 40-0 ed aver mancato complessivamente 4 palle game. Il contraccolpo è immediato, sei game di fila tenuti dalla croata che vola avanti 2-0 al secondo. Karolina prova a regiare, recupera il break e va addiruttura avanti fino al 3-2 e servizio. Ma non è giornata. La ceca sbaglia ancora, si mangia un clamoroso punto mettendo in tribuna una comoda volée alta di dritto e perde due game lottati che pongono fine alla sfida. Petra Martic, numero 31 del tabellone, affronterà negli ottavi l’estone Kaia Kanepi che ha battuto per 4-6 6-3 6-0 la russa Veronika Kudermetova.

GARBINE E SLOANE Passa agli ottavi invece la campionessa del 2016, Garbine Muguruza; l’hispano-venezuelana, ha superato per 6-3 6-3 l’ucraina Elina Svitolina, numero 9 del tabellone. Primo set imbarazzante per chi serviva con 8 break su 9: a decidere la frazione è stato l’ottavo game quando la spagnola ha tenuto a 30 il turno di battuta. Nel secondo set più regolare con 3 soli break, decisivo quello dell’ottavo game quando la Svitolina si è arresa al bombardamento della Muguruza che attende agli ottavi la statunitense Sloane Stephens, finalista lo scorso anno e testa di serie numero 7, che ha superato per 6-3 5-7 6-4 la slovena Polona Hercog. Incontro questo che si è complicato sul finire del secondo set quando la Stephens, dopo aver sciupato 4 match point, si è vista trascinare al terzo della Hercog. Qui la slovena è stata ancora brava a recuperare da 4-0 a 4-3 prima del crollo finale.

MARATONA Agli ottavi anche Marketa Vondrousova (6-4 6-4 alla spagnola Carla Suarez Navarro) e Anastasija Sevastova che ai supplementari (6-7 6-4 11-9 al terzo) ha fatto fuori la belga Elise Mertens nel match più lungo di tutto il torneo (3 ore e 18 minuti). La belga ha vinto il primo set al tie break dopo aver servito invano per il primo set avanti 5-4 ed ha perso dopo essere stata avanti un break a inizio di terzo set (2-0 e 3-1) ed aver mancato 5 match point: uno sul 5-4 e due sul 6-5 e altri due sul 9-8, L’ultimo ottavo confezionato nella parte bassa è quello che giocheranno Donna Vekic (agile 6-4 6-1 a Belinda Bencic) e Johanna Konta che ha lasciato appena 3 game alla slovacca Viktoria Kuzmova. Tre ore e tre minuti invece sono stati necessari a Lesia Tsurenko per raggiungere il terzo turno (il match era stato sospeso ieri sul 6 pari al terzo) e battere la serba Aleksandra Krunic per 5-7 7-5 11-9. La Krunic, nel corso del terzo set, ha servito invano per quattro volte per chiudere la partita (sul 5-4, sul 6-5, sul 7-6 e sull’8-7) mancando anche un match point sul 6-5. Sabato terzo turno della parte alta con Osaka-Siniakova, Keys-Blinkova, Williams-Kenin, Pertkovic-Barty, Halep-Tsurenko, Puig-Swiatek, Anisimova-Begu e Bolsova-Alexandrova.
Risultati, 3° turno: Martic (Cro) b. Ka.Pliskova (R.Ceca) 6-3 6-3; Vondrousova (R.Ceca) b. Suarez Navarro (Spa) 6-4 6-4; prosecuzione 2° turno Keys (Usa) b. Hon (Aus) 7-5 5-7 6-3; prosecuzione 2° turno Tsurenko (Ucr) b. Krunic (Ser) 5-7 7-5 11-9; Sevastova (Let) b. Mertens (Bel) 6-7 (3) 6-4 11-9; Muguruza (Spa) b. Svitolina (Ucr) 6-3 6-3; Kanepi (Est) b. Kudermetova (Rus) 4-6 6-3 6-0; Vekic (Cro) b. Belinda Bencic (Svi) 6-4 6-1; Konta (GB) b. Kuzmova (Svk) 6-2 6-1; Stephens (Usa) b. Hercog (Slo) 6-3 5-7 6-4. FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *