Inter, presto l’incontro per Barella. E Dzeko ha già detto sì

Lorenzo Pellegrini è l’alternativa al sardo. E dalla Roma può arrivare anche Kolarov

È stata una settimana intensa in casa Inter. Con la qualificazione in Champions in mano, il club di Suning ha mosso i primi passi verso il futuro, salutando Spalletti e dando il benvenuto ad Antonio Conte. Adesso però comincia il difficile: tornare protagonisti sul mercato per dare al nuovo tecnico le armi necessarie per avvicinare la Juventus. Da domani parte la fase più delicata dell’estate, con Marotta e Ausilio impegnati sia a chiudere per i giocatori in entrata sia a definire le uscite necessarie al raggiungimento dei circa 40 milioni di plusvalenze per rispettare gli ultimi paletti del financial fair play. Poi da luglio l’Inter uscirà dal settlement agreement, e magari proverà ad alzare l’asticella e chiudere un grande colpo.

INCONTRO PER BARELLA Le strategie in entrata sono comunque abbastanza chiare, almeno da qui a fine mese, con l’Inter che lavorerà per dare a Conte almeno un giocatore per ruolo. L’arrivo di Godin a parametro zero ha intanto sistemato la difesa, a centrocampo è corsa a due tra Nicolò Barella e Lorenzo Pellegrini, mentre in attacco il primo big che vestirà il nerazzurro sarà Edin Dzeko. Di fatto, questa sarà la settimana dell’incontro tra i dirigente nerazzurri e Giulini, presidente del Cagliari, dove si cercherà di capire la strategia migliore per assicurarsi Barella. Il centrocampista della Nazionale è l’obiettivo primario, ma fino ad oggi il Cagliari non si è mai allontanato dalla richiesta iniziale: 50 milioni, tra cash e giovani da inserire nell’operazione. Ecco, la differenza può farla già il parco giocatori che l’Inter offrirà a Giulini. L’alternativa a Barella è Pellegrini, altro Nazionale che potrebbe – così come Barella – partecipare anche all’Europeo Under 21 che l’Italia ospiterà dal 16 giugno e che qualifica all’Olimpiade di Tokyo 2020. La strada per Pellegrini è “più semplice”, perché c’è una clausola, anche accessibile: 30 milioni pagabili in due anni, con due trance da 15 milioni.

DZEKO, C’È GIÀ L’INTESA Ma con la Roma l’Inter ha in ballo diversi discorsi, tra cui quello relativo a Dzeko, l’attaccante in cima alla lista delle preferenze di Conte. Con il bosniaco c’è già un accordo, ora l’Inter deve definire tutto col club giallorosso, da dove potrebbe arrivare anche Kolarov. L’Inter vorrebbe annunciare Dzeko a metà giugno, quando il bosniaco avrà ultimato gli impegni con la sua nazionale. Un colpo per reparto subito, dunque, in attesa di capire il destino di Icardi e se prenderà consistenza il possibile scambio con Dybala. In caso positivo anche l’attacco sarebbe al completo, altrimenti l’Inter dovrà risolvere la questione Icardi prima di tuffarsi su un altro top in attacco. L’indicazione di Conte è stata precisa: quattro o cinque colpi per avvicinare la Juve. E l’Inter si è messa subito in moto per accontentarlo. FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.