Semifinale gara-4: la super rimonta di Cremona non basta. Venezia vince e conquista la “bella”

La Reyer si prende Gara-5 vincendo 78-75 il quarto atto con un grande avvio. La squadra di Sacchetti rientra da -26 a -2, poi non completa l’impresa. Infortunio a Diener

L’Umana pareggia la serie, solo venerdì Sassari saprà chi la sfiderà in finale. Gara pazzesca, che Venezia domina (41-15) a lungo, ma poi rischia di perdere quando la Vanoli si ritrova a due lunghezze (75-73). Decide, ancora una volta, Michael Bramos a 8” dalla fine (77-73). L’equilibrio dura 3’, Watt imperversa nell’area colorata della Vanoli, per nulla turbato dai due falli commessi in 1’27”. Cremona si dissolve all’improvviso (da 6-5 a 25-7), Watt arriva alla doppia cifra in3’36” (12-7). Sacchetti richiama in panchina Diener, il play non rientrerà più (problema all’alluce), De Raffaele inserisce Tonut e l’esterno azzurro mette il turbo, spaccando la difesa della Vanoli (25-7). La squadra di Sacchetti è irriconoscibile, concede 30 punti all’Umana (a 10) nel primo parziale. Secondo quarto aperto sempre dallo scatenato Tonut (15 punti, 5 rimbalzi a metà gara), l’Umana dilaga (39-13), Crawford in panca accanto a Diener, Sacchetti affianca Sangunetti a Ruzzier, Mathiang è l’unico a incidere in attacco (10 punti), ma deve uscire gravato di tre falli. Cremona non molla, risale a -16 (44-28), prima di incassare la tripla di Haynes con Tonut che chiude la frazione (49-31). Intanto esce di scena Diener per un problema al piede destro. Non rientrerà più in campo.

RIMONTA E PATHOS La partita cambia volto al ritorno in campo, l’Umana perde l’inerzia e Cremona sogna la rimonta, risalendo fino a -11 (51-40) con un contro break di 10-25 dal massimo svantaggio (41-15). Venezia smarrisce la strada del canestro, De Raffaele ricorre a Tonut, Daye e Vidmar. La Vanoli risale la china, Saudners timbra anche il 8 (58-50), prima dei liberi finali di Daye (60-50). Ultimo quarto da vivere: Watt e Bramos rianimano l’Umana (64-50), Mazzola dà un’altra spallata alla squadra di Sacchetti (69-52). Ultimi 7’ da incubo per l’Umana, Cremona non molla, risale sospinta da Ruzzier (72-66). Venezia trema, Crawford riporta la Vanoli a -2 (75-73) a 1’08” dalla fine. Errori nell’ultimo minuto, decide Bramos su assist di Stone.

VENEZIA: Watt 19, Tonut 17, Daye 11, Haynes 10

CREMONA: Mathiang 22, Ruzzier 14, Ricci 11, Saunders 10 FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.