Venezia non dà scampo a Sassari. La Reyer va 3-2 e ha il match point

Daye e Tonut protagonisti in gara-5. La Dinamo è anonima e fallosa e deve sempre inseguire. Giovedì in Sardegna potrebbe arrivare lo scudetto

VENEZIA-SASSARI 78-65 (SERIE SUL 3-2)
L’Umana conquista il match point tricolore domando Sassari (78-65), guidando sempre il punteggio, anche con 14 punti di margine. Daye (20 punti) è la guida, Tonut (15) e Haynes (10) le spalle, Pozzecco si aggrappa a Thomas (20 punti, 10 rimbalzi) e Spissu (17 punti), Pierre bene a rimbalzo (11), mentre Vidmar neutralizza Cooley. Biligha parte in quintetto, ma è solo per un disguido con il tavolo, Mazzola è già sul cubo per il cambio.

LA PARTITA De Raffaele opta per Vidmar nello starting five per cercare di caricare di falli Cooley e contenere il pivot di Pozzecco. Gara intensissima, ritmi pazzeschi nel catino infuocato del Taliercio. Haynes prende per mano l’Umana, che prova a involarsi (13-7), Thomas tiene a galla il Banco, che alla prima sirena ha 7 punti da recuperare (21-14). Cerella e Tonut spingono Venezia al massimo vantaggio (31-19), Pozzecco gioca con Smith e Spissu contemporaneamente in campo e il play sardo innesca la rimonta del Banco di Sardegna, che arriva a due punti dall’Umana (34-32). Si infortuna Stefano Gentile, poi Daye alla spalla, Umana avanti di 4 punti all’intervallo lungo (38-34). L’Umana piazza un micidiale 10-0 al ritorno in campo (48-34), che sembra spezzare il match, ma il Banco ha orgoglio e si aggrappa al tandem Spissu-Thomas. L’attacco di Venezia si inceppa, Sassari risale lentamente la china (53-46). Thomas continua ancora a imperversare, Vidmar fa buona guardia davanti al canestro orogranata e l’Umana ha 7 punti in dote alla terza sirena (60-53). Pierre si scuote nell’ultimo quarto (60-57), Venezia trema, ma esce fuori un monumentale Austin Daye (66-57), sorretto dall’arco da Tonut. Sussulto di un anonimo Cooley in attacco (66-61), ancora Daye (68-61), Smith tiene agganciato il Banco (68-64), tripla di Daye, liberi di Daye (71-64). L’Umana vede il traguardo, Haynes vola in cielo a schiacciare il +11 (75-64), gara-5 è per l’Umana.
Venezia: Daye 20, Tonut 15, Bramos 11, Haynes 10
Sassari: Thomas 20, Spissu 17, Smith 6, McGee 6 FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *