Fine del sogno Mondiale: l’Italia si arrende alle olandesi volanti

Le azzurre si fermano ai quarti, condannate da due gol di testa su calcio da fermo di Miedema e Van der Gragt in una ripresa dominata dalle Oranje

L’Italia è uscita dal Mondiale. Battuta ai quarti di finale 2-0 da due incornate dell’Olanda. Nel primo tempo le azzurre hanno provato a resistere alla pressione arancione andando anche vicino al vantaggio, ma spendendo le energie residue. Nella ripresa, finita la benzina, le olandesi sono state padrone del gioco e hanno anche colpito due pali. Mercoledì 3 luglio a Lione in semifinale incontreranno la Germania o la Svezia. La c.t Bertolini ricomincia dal secondo tempo con la Cina, fuori Girelli per Bergamaschi, 4-4-2 con libertà di spinta per l’esterna del Milan. Difesa confermata ma esterni invertiti, Guagni a sinistra a controllare Van de Santen, Bartoli a destra su Martens, davanti Giacinti e Bonansea.

PUNZECCHIATURE AZZURRE Azzurre un po’ tese in avvio, funziona il giro palla arancione e le sovrapposizioni sulle fasce. Al 13′ Bergamaschi approfitta di un errore avversario, mette in mezzo per Giacinti che viene anticipata dal portiere oranja. Ritmo lento, l’Olanda copre meglio il campo ma la prima vera occasione è azzurra al 18′, traversone in area per Bonansea, spizzata a liberare Bergamaschi davanti al portiere ma il pallonetto è moscio. Dopo 2′ l’esterno rossonero ha una nuova chance, si incunea in area accentrandosi da destra, ma cicca col sinistro da buona posizione. Al 30′ bel numero di Miedema, che col destro disorienta Gama e col sinistro calcia in porta, debole e centrale. Poi scatta il primo dei cooling break, la pausa reidratante. Al 36′ altra occasione con Giacinti, che servita sulla sinistra in area prova a chiudere col diagonale mancino: palla larga. Al 41′ fallo inesistente di Linari su Miedema, punizione pericolosa dal limite e giallo: tiro di Spitse centrale.

LE OLANDESI VOLANTI Nella ripresa, dentro Boattin sulla sinistra per Bartoli acciaccata. Miedema pericolosa al 3′ di testa, un minuto dopo Martens controlla di petto in area a chiude sul primo palo di destro, attenta Giuliani. Le oranje spingono: percussione di Groenen, Gama mura a centro area. Un minuto dopo traversone dalla destra su cui Miedema non arriva per un soffio. È un arrembaggio dell’Olanda. La c.t. Bertolini fa il secondo cambio al 10′, Sabatino per Bonansea. Al 12′ De Donk riceve al limite da calcio d’angolo, prende la mira e col piatto a giro centra la traversa a Giuliani battuta. Italia sulle ginocchia, al 18′ altro legno olandese con Spitse su punizione bassa. E al 25′ inevitabilmente capitola: Miedema inzucca di testa una punizione calciata da sinistra. C’è il secondo cooling break, ma le azzurre non ne hanno davvero più, infilate ancora di testa, e ancora da palla inattiva, da uno stacco imperioso della centrale di difesa Van der Gragt al 35′. Si chiude il quarto di finale assieme al nostro bellissimo Mondiale. FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *