Djokovic, Federer e Nadal a caccia delle semifinali

Nole sfida il belga Goffin, Roger il giapponese Nishikori mentre Rafa se la vedrà con lo statunitense Quarrey. Pella-Bautista Agut l’altro quarto

Il programma di Wimbledon prevede una giornata completamente dedicata ai quarti di finale del singolare maschile. Si partirà, come sempre alle 14, con il serbo Novak Djokovic contro il belga David Goffin sul Centre Court e l’argentino Guido Pella contro lo spagnolo Roberto Bautista Agut sul Campo 1. A seguire sul Centre Court il giapponese Kei Nishikori contro lo svizzero Roger Federer e sul Campo 1 lo statunitense Sam Querrey contro Rafael Nadal.

PRECEDENTI

Il numero 1 del mondo Djokovic conduce 5 a 1 su Goffin che ha vinto l’ultima sfida giocata sulla terra di Montecarlo nei quarti del 2017: le vittorie cinque vittorie di Nole (con un set solo ceduto) al Roland Garros 2013, a Cincinnati 2013 e 2015, a Miami 2016 e al Masters di fine anno del 2016. Due soli i precedenti tra Bautista Agut e Pella.

Le due vittorie dello spagnolo all’Open d’Australia del 2017 e a Monaco di Baviera quest’anno. Rafa Nadal invece è avanti 4-1 contro Sam Querrey che però ha vinto l’ultima sfida sul cemento di Acapulco 2017: i successi del maiorchino a Cincinnati, US Open e Davis Cup 2008 e a Madrid 2016. Infine Federer-Nishikori; lo svizzero è avanti 7 a 3 e anche lui, come Rafa e Nole, ha perso l’ultima sfida, quella delle Finals di Londra 2018. Nishikori è andato a segno anche a Madrid 2013 e Miami 2014, mentre Roger ha vinto a Basile 2011, ad Halle 2014, ai Masters di fine anno del 2014 e 2015, all’Open d’Australia 2017, a Shanghai e Bercy 2018.

LEADER

Sam Querrey, con molta probabilità, chiuderà il torneo come re degli ace: ne ha fatti 100 esatti, 8 in più di Raonic che è già eliminato.

Tra i giocatori ancora in gara Nole e Rafa sono secondi con 37, mentre per Federer solo 30. Querrey è anche l’unico giocatore con il 58% di prime che non ritornano in campo (secondo è Rafa con il 47%) e con il 31% delle seconde non giocate dall’avversario. Gudio Pella (mancino che dal servizio chiede meno) è il giocatore con la più alta percentuale di prime (71%), Querrey quello con la più alta percentuale di punti fatti con la prima (86%) e Federer con la più alta percentuale di punti fatti sulla seconda di servizio (69%). Querrey ha perso un solo turno di battuta in tutto il torneo, Federer due come Bautista Agut, Nadal invece tre e Nole quattro. Nole è leader nelle risposte in campo (72%), Rafa è primo nei punti fatti sulla prima dell’avversario (35%), Djokovic sulle secondo (56%), Federer (stranamente) è primo nelle palle break a segno (20 su 33), infine Goffin è quello che vince più game alla risposta (26%).

Ancora Federer è primo nella percentuale dei punti vincenti (23%) e nella percentuale dei punti gratuti (appena il 9%). David Goffin, Guido Pella, Roberto Bautista Agut e Kei Nishikori cercano la prima semifinale a Wimbledon, Sam Querrey la seconda dopo quella del 2017. Roger, Rafa e Nole invece viaggiano per la storia. Roger giocherà la 90a partita sul Centre Court cercando la 100a vittoria complessiva a Wimbledon. Nole giocherà l’80a partita a Wimbledon e Rafael la 64a. Federer cerca la semifinale numero 13, Djokovic la numero 9 e Rafa la numero 7. Se tutti i tre tenori dovessero vincere, sarà il secondo Wimbledon della storia ad averli in semifinale. L’unico precedente è del 2007 quando il quarto intruso fu Gasquet e le ultime tre partite videro Federer battere Gasquet, Nadal imporsi su Djokovic e Federer piegare Nadal in finale.

A livello complessivo di Slam sarebbe la 13a volta con tutti e tre in semifinale. E’ accaduto al Roland Garros e Wimbledon 2007, Australian Open, Roland Garros e US Open 2008, US Open 2009 e 2010, Roland Garros e US Open 2011, Australian Open e Roland Garros 2012 e Roland Garros 2019. Federer non ha mai vinto uno Slam battendo sia Nadal che Djokovic, Nole c’è riuscito solo all’Us Open del 2011 (superò Roger in semi e Nadal in finale), Nadal addirittura 3 volte: Roland Garros 2006 (con Nole battuto nei quarti e Roger in finale), Roland Garros 2007 e 2008 (queste due con Nole battuto in semi e Roger in finale).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.