Federer in finale per la 12ª volta! Piegato Nadal in 4 set

Match di altissima intensità vinto dal campionissimo svizzero, che dopo oltre 3 ore bellissime e scambi infiniti ha ragione del maiorchino e sfiderà domenica Djokovic puntando al nono trionfo sull’erba di Londra

Undici anni dopo la storica finale del 2008, un immenso Roger Federer batte Rafael Nadal nella semifinale di Wimbledon e vola ad incontrare il numero 1 del mondo Novak Djokovic nella finale di domenica: a 37 anni e 11 mesi Federer raggiunge la sua 12esima finale a Wimbledon superando Nadal per 7-6 1-6 6-3 6-4. “Sono esausto – sono state le prime parole pronunciate da Federer -, per tutto il match, ma soprattutto alla fine, Rafa ha giocato dei punti incredibili. Sono felice, il livello del tennis è stato altissimo. Il primo set è stato determinante, mi ha dato quella fiducia necessaria per credere totalmente nella vittoria”.

PRIMO SET I due campionissimi partono tirati a lucido. Chi serve ha vita superfacile; nel primo game di battuta Roger fa un ace al centro, uno esterno, un servizio vincente e un dritto vincente in uscita dal servizio. Nadal non è da meno con due servizi vincenti e un ace al centro. Lo svizzero arriva sul 4-3 con appena tre quindici ceduti alla battuta, Nadal appena due. Servono entrambi benissimo, Rafa risponde leggermente meglio, ma rimane una partita sostanzialmente giocata dal fondo. Il primo momento chiave nell’ottavo game: sul 4-3 Federer, 15-15, un nastro agevolo l’attacco di Roger che costringe Rafa a sbagliare il passante. Sul 15-30 è Roger a sbagliare il passante, ma nel punto successivo lo spagnolo va fuori ritmo con il rovescio e Roger arriva alla prima palla break del match. E’ uno scambio lungo, Federer si salva due volte con due rovesci stile ping pong di contro balzo, ma poi mette in rete un rovescio transitorio. Senza subitr contraccolpi per l’occasione mancata, Federer piazza tre ace al centro per salire 5-4 e poi tiene a zero per assicurarsi di giocare il tie break. Rafa invece trema: va 40-0, ma per approdare al tie break ha bisogno dei vantaggi. I due arrivano al game chiave con 5 punti ceduti al servizio da Roger e 9 da Rafa. Un passante di rovescio da circoletto rosso di Rafa su un recupero dà allo spagnolo il primo mini break, ma Federer lo recupera subito grazie all’errore di rovescio dello spagnolo. Sul 2 pari altro mini break per Rafa (errore di rovescio di Roger), ma poi lo spagnolo mette lungo un lob per il 3 pari. Si gira e Federer non perde più un punto. Un dritto vincente, uno smash, un servizio vincente e un dritto lungolinea gli danno un meritato primo set.

SECONDO SET Nel secondo game del secondo set Federer salva le prime palle break del match: la prima con uno smash non facile e la seconda con una volée di rovescio. Sull’1-1 è lo svizzero ad avere due palle per staccarsi avanti un set e un break. Ma Nadal regge; con la combinazione servizio e dritto annulla la prima e con un servizio vincente la seconda. Lo svizzero subisce il duro contraccolpo, Nadal vince 10 punti consecutivi e Federer va in letargo. E’ una crisi lunghissima, Federer sembra quasi uscire dalla partita. Non mette più dentro una prima, non riesce più a rispondere e becca un pesante 6-1 che ribalta l’inerzia della sfida.

TERZO SET Invece Federer si ricentra subito, tiene a zero il primo turno di battuta del terzo set, ritrova continuità al servizio e nel quarto game affonda con la risposta. Sembra aver ripreso fiducia e Nadal cala quel tanto che basta per consentire a Federer di uscire dalla tenebre. Rafa inizia a sbagliare con il rovescio lungolinea e Federer risorge. E’ suo il break del quarto gioco; avanti 3-1 Federer è costretto ad annullare tre palle del contro break che segnano la partita. Federer le salva con uno smash e vincente uno scambio lunghissimo di 23 colpi. Poi ne deve affrontare un’altra ed è graziato dall’errore di Rafa. Lo svizzero si salva, sale 4-1, manca due palle del 5-1, ma tiene il set per 6-3 senza ulteriori problemi.

QUARTO SET Federer è completamente rigenerato e nel terzo game del quarto set fa il break , sale 3-1 e mantiene in agilità i turni di battuta. Sul 5-3 servizio Nadal, lo svizzero arriva per due volte al match point, ma Rafa si salva con il servizio. Sul 5-4 Federer serve per il match, ma vede le streghe quando è costretto ad annullare una palla break al termine di uno scambio medio-lungo di 11 colpi con l’errore di rovescio di Rafa. Nadal cancela il terzo match point vincendo uno scambio lunghissimo di 24 colpi e poi passa Federer sul quarto match point. Il quinto però è quello buono, Rafa forza un rovescio e Federer raggiunge per la 12esima volta la finale di Wimbledon.

STATISTICHE Federer ha chiuso con 14 ace, il 68% di prime, 73% dei punti fatti con la prima e 62% con la seconda; ma anche 51 vincenti, 27 errori gratuiti, 25 punti in 33 discese a rete e 126 punti complessivi. Rafa si è arreso con 10 ace, 4 doppi falli, il 64% di prime con cui ha fatto il 74% dei punti, 32 vincenti, 25 gratuiti e 117 punti complessivi.

NUMERI  Per Federer è la 16esima vittoria in 40 confronti diretti con Nadal, una vittoria storica che lo lancia alla sua 31esima finale Slam a 16 anni di distanza dalla prima volta a Wimbledon 2003. Nella finale di domenica Roger troverà Novak Djokovic. Sarà il loro 48esimo incontro con un bilancio di 25 vittorie a 22 per Nole. Sarà la loro quinta finale Slam: Federer ha vinto la prima all’US Open nel 2007, Djokovic ha vinto nel 2014 la finale di Wimbledon in 5 set e nel 2015 le finali di Wimbledon e US Open.FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *