Conte: “Sconfitta che ci deve far rosicare. Ma vedo che l’Inter migliora”

Il tecnico nerazzurro: “Anche se è un amichevole persa ai rigori dobbiamo avere questo sentimento. Mi piace la disponibilità dei miei giocatori. Perisic può fare l’attaccante”

Antonio Conte non è il tipo che si fa scivolare le sconfitte addosso, anche se quella con la Juve era una partita che non contava nulla dal punto di vista del risultato finale: “Penso che ci siano stati dei miglioramenti rispetto alla prima partita che abbiamo giocato contro il Lugano. Dopo quella con lo United, penso che la squadra abbia migliorato sotto tanti punti di vista. L’importante è che l’intensità entri nella testa del calciatore: abbiamo bisogno di giocare un calcio intenso e andare a pressare; quando abbiamo la palla, cerchiamo di proporre le nostre idee”.

SI ROSICA Conte analizza poi il risultato: “Dal mio punto di vista devo ritenermi molto contento perché ho un gruppo di calciatori che mi ha dato grandissima disponibilità. Detto questo, abbiamo perso ai rigori. E diciamo che perdere ci deve portare sempre a rosicare, anche se ai rigori e in una partita amichevole. Dobbiamo avere questo sentimento, noi, lo staff tecnico e i dirigenti. La sconfitta ci deve far rosicare, anche se ci sono stati dei movimenti importanti, inizia a intravedersi un’identità di gioco. Dobbiamo continuare su questa strada: testa bassa e pedalare, perché c’è tanto da lavorare”.

PERISIC ATTACCANTE “Ho un gruppo di calciatori che mi sta dando la massima disponibilità e di questo sono molto contento”. Antonio Conte ha anche analizzato la situazione di alcuni singoli: “Dalbert sta giocando e migliorando, deve lavorare bene per entrare nell’idea di calcio che ho in testa. Perisic in questo sistema può fare la punta. Difesa? Skriniar, De Vrij e D’Ambrosio stanno facendo bene, poi c’è Godin che può giocare sia a destra che al centro. Poi ci sono anche Ranocchia e Bastoni, che sono validi. Giocherà chi mi darà più garanzie”. In ultimo, un pensiero al pubblico di Nanchino: “I tifosi cinesi sono speciali, sono rimasto sorpreso dal grande affetto: abbiamo onorato questa partita a Nanchino, sono felice per l’atmosfera e ringrazio i fan per l’accoglienza”. FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *