Conte: “Vedo miglioramenti. Siamo cresciuti sul piano mentale”

L’allenatore nerazzurro dopo il test col Psg: “Non ci deve mai piacere perdere, né in amichevole né ai rigori e questo è quello che ha dimostrato oggi la mia squadra”

Seconda vittoria estiva, questa volta ai rigori, per la nuova Inter targata Conte. Dopo il 2-1 in Svizzera contro il Lugano, i nerazzurri piegano anche il Psg nel test di Macao. Decisivo il rigore di Joao Mario che spiazza Areola. “Sono contento perché penso, per quello che si è visto, che non meritassimo la sconfitta – spiega l’allenatore nerazzurro in conferenza stampa – ” Al di là del risultato devo fare delle valutazioni calcistiche e devo essere onesto: continuo a vedere importanti miglioramenti. Soprattutto nella mentalità dei ragazzi, nella voglia di giocare a calcio, nella voglia di aggredire l’avversario a metà campo, nella voglia di conquistare palla quando la perdiamo. Sicuramente questo è un aspetto molto positivo, quella che ho trovato è grande disponibilità. Questo mi dà entusiasmo per proseguire su questa strada. Mi ha fatto piacere che abbiamo provato fino all’ultimo e poi abbiamo trovato il gol, non ci deve mai piacere perdere, né in amichevole né ai rigori e questo è quello che ha dimostrato la mia squadra. Meritavamo molto di più”.

SODDISFATTO Dopo l’ultima tappa in Asia, il bilancio di Conte sul lavoro svolto è positivo: “Sono 20 giorni che stiamo lavorando insieme e nel giro di due settimane sto vedendo dei grandi miglioramenti e dei giocatori che hanno voglia di mettere in pratica ciò su cui lavoriamo. Questo per me è importante perché chiedo tanto al giocatore ma al tempo stesso do tanto e sono pronto a riconoscere quando i ragazzi meritano come adesso perché si stanno impegnando, stanno facendo un grande lavoro. Siamo partiti con ‘zitti e pedalare’ ed effettivamente stanno molto zitti e stanno pedalando tanto e questo non può che farmi piacere”.

“LUKAKU? NON NE PARLO” Non è mancata una risposta sul tormentone di mercato: “Lukaku? Come ho sempre detto, stiamo parlando di un giocatore che non è un nostro giocatore, quindi non è giusto parlarne, mancherei di rispetto nei confronti del giocatore e del Club. Lukaku è un giocatore dello United, sappiamo che c’è il mercato in atto e il nostro club sta lavorando per cercare di completare la rosa, tra cessioni e acquisti. Però, come ho sempre detto, c’è molta fiducia nel club, ma per me in questo momento la cosa più importante e che voglio rimarcare è che sono contento di come stiano lavorando i miei giocatori. Secondo me stiamo lavorando cercando di creare qualcosa di solido. È inevitabile che poi andremo a completare la rosa ma l’importante è che chi arrivi, si integri bene, con la mentalità che c’è oggi in questo gruppo di ragazzi”.

4 AGOSTO A LONDRA I nerazzurri il 4 agosto saranno impegnati nell’ultima partita dell’ICC contro il Tottenham, gara che si giocherà a Londra. FONTE.GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.