Un super Lewandowski trascina il Bayern: tripletta allo Schalke

Nel posticipo della seconda giornata l’attaccante polacco protagonista del 3-0 fuori casa. In campo anche Perisic e Coutinho

Non serve nemmeno incantare per conquistare la prima vittoria stagionale. Nel posticipo della seconda giornata di Bundesliga il Bayern Monaco passa sul campo dello Schalke: finisce 0-3 con la tripletta di Lewandowski, al 20’ (su rigore), al 50’ (su punizione) e al 75’ (su azione). L’attaccante polacco ha segnato tutte e cinque le reti dei bavaresi in queste due prime giornate di Bundesliga. La squadra di Kovac ha vinto di inerzia, tornando subito a -2 dal Borussia Dortmund, attualmente primo a punteggio pieno. Esordio sia per Perisic che per Coutinho, entrambi entrati in campo a gara in corsa. Lo Schalke ha protestato per un paio di rigori non dati nella ripresa benché i tocchi di mano fossero piuttosto evidenti.

LA GARA  Il Bayern comincia subito forte e crea la prima occasione con Lewandowski al 5’: il suo tiro al volo viene però bloccato da Nubel. Poco dopo ci prova Tolisso dal limite, ma il suo tiro viene deviato in angolo. Al 17’ è Gnabry a servire un bel pallone a Lewandowski che, da ottima posizione, non colpisce bene di testa. Al 20’ Coman sfonda sulla sinistra, punta e supera Kenny che, inciampando, lo affossa. Il rigore è netto, Lewandowski lo realizza con freddezza. La prima occasione dello Schalke la crea Mascarell, che al 29’ calcia da 25 metri senza riuscire però a centrare lo specchio della porta. Il Bayern sembra accontentarsi della gestione del risultato, senza cercare il raddoppio con particolare convinzione. Al 42’ è Harit a calciare dal limite, ma la sua conclusione è troppo debole per sorprendere Neuer.

LA RIPRESA Dopo l’intervallo il Bayern torna in campo dando l’impressione di voler immediatamente chiudere la partita: al 50’ è Lewandowski, su punizione dal limite, a portare il risultato sul 2-0. Intorno all’ora di gioco lo Schalke chiede due rigori che, con il nuovo regolamento, sembravano esserci ma che non vengono assegnati: prima è Pavard a respingere (seppur da posizione ravvicinata) un colpo di testa di Burgstaller con il braccio largo, poi è Perisic a deviare di mano una bella punizione di Caligiuri. Al 75’ arriva però il terzo gol di Lewandowski che chiude definitivamente la partita: Coman serve il polacco, bravo a liberarsi di Sanè e a battere ancora Nubel. Lo Schalke non molla e cerca il gol della bandiera con Burgstaller che, all’83’, dopo aver dribblato Neuer, colpisce il palo a porta vuota. Questa l’ultima occasione della partita, vinta dal Bayern pur senza mai dare l’impressione di spingere davvero sull’acceleratore. Dopo il pareggio alla prima di campionato per i bavaresi contava però solo conquistare i 3 punti. FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *