Volano Salernitana e Spezia, l’Entella si impone sul Livorno. Bene anche l’Ascoli

A Venezia importante successo della Cremonese con una magia di Castagnetti. Un solo pareggio: lo 0-0 tra Crotone e Cosenza

Dopo il pareggio tra Pisa e Benevento, la prima giornata del campionato di Serie B vede le vittorie di Ascoli, Spezia, Cremonese, Entella e della Salernitana del ritrovato Ventura, più il pari tra Crotone e Cosenza.

SALERNITANA-PESCARA 3-1
“Voglio riconquistare il pubblico di Salerno”, aveva detto Ventura. E l’inizio è decisamente promettente. All’Arechi la Salernitana batte il Pescara di Luciano Zauri, trent’anni meno del tecnico avversario, per 3-1 grazie alla doppietta di Jallow e alla rete di Giannetti. Il primo tempo è tutto per i padroni di casa, che hanno diverse occasioni per passare in vantaggio soprattutto con Akpa Akpro. Il risultato si sblocca al 36’ con Jallow che devia in rete di testa il cross dalla sinistra di Cicerelli. Al 46’ poi è Firenze a far tremare la traversa del Pescara su punizione. Nella ripresa però la squadra di Zauri viene fuori, prima con Galano, poi con Campagnaro che al 55’ sfrutta la punizione di Memushaj per insaccare di testa alle spalle di Micai: 1-1. La Salernitana si rifà sotto, grazie soprattutto alle iniziative di Kiyine, ma è ancora Jallow al 79’ a riportare i suoi in vantaggio dopo una respinta di Fiorillo su botta di Maistro. All’83’ Giannetti mette al sicuro la vittoria con un gol spaziale: riceve palla spalle alla porta, si gira e fa partire un sinistro che termina sotto al sette, facendo impazzire i tifosi e anche Ventura.

CROTONE-COSENZA 0-0
Allo Scida finisce 0-0 la sfida tra Crotone e Cosenza, sempre guidate da Stroppa e Braglia. Nel primo tempo il Crotone, ancora senza Maxi Lopez, prova in tutti i modi a sbloccare il risultato, con Simy (due volte), Mazzotta e Messias, senza mai affondare il colpo. Ma l’occasione migliore è del Cosenza, con Carretta che con un sinistro a giro chiama Cordaz al miracolo: la deviazione del portiere finisce sul palo. La ripresa si apre con l’infortunio di Spolli, costretto a chiedere il cambio. I ritmi si alzano e aumentano le tensioni: al 76’ il Cosenza resta in dieci per l’espulsione di Sciaudone per doppia ammonizione. E poco dopo il Crotone sfiora ancora il vantaggio, questa volta con Golemic che manda clamorosamente sopra la traversa. Nel finale una chance per il Cosenza con Baez e una per il Crotone con Zanellato, ma il risultato non cambia.

ASCOLI-TRAPANI 3-1
Al Del Duca torna in scena Ascoli-Trapani, appena 6 giorni dopo la sfida di Coppa Italia vinta dai padroni di casa per 2-0, doppietta di Scamacca. Ed è sempre l’attaccante romano (5 gol in tre partite) a sbloccare il risultato al 17’ con un destro a giro che finisce sotto la traversa. Allo scadere del primo tempo brutto scontro tra Evacuo e il portiere Lanni: l’attaccante del Trapani è costretto a cedere il posto a Ferretti per la botta alla spalla. Ed è proprio Ferretti al 64’ a trovare la rete del pari colpendo al volo la palla servita da Jakimovski. Quando il risultato sembrava acquisito, anche per il diluvio sul Del Duca, un autogol di Luperini riporta gli uomini di Zanetti in vantaggio. Al 90’ il sigillo di Da Cruz, che taglia fuori in velocità Scognamillo e firma il 3-1. Allo scadere una zuffa proprio tra Da Cruz e Scognamillo spinge l’arbitro Prontera a tirare fuori due cartellini rossi.

CITTADELLA-SPEZIA 0-3
Dopo un primo tempo equilibrato, la gara si sblocca al 48’, quando Ricci di destro conclude al meglio una splendida azione dello Spezia: 0-1. La squadra di Italiano si carica e trova il raddoppio appena 3 minuti dopo con Galabinov. Poi dilaga e al 61’ va a segno anche Mora di testa.

VENEZIA-CREMONESE 1-2
Il Venezia parte bene, mostrando un’ottima organizzazione di gioco e sfiorando anche la rete del vantaggio al 13’ con Bocalon che di testa manda poco sopra la traversa. La squadra di Dionisi sembra avere il controllo del campo ma al 53’ alla Cremonese viene assegnato un rigore per il fallo di Cremonesi su Ciofani. Ed è lo stesso Ciofani ad andare sul dischetto, ma il suo tiro angolato viene parato da Lezzerini, che compie un miracolo anche sull’immediata ribattuta dell’attaccante. Gli ospiti trovano comunque il gol del vantaggio al 68’: Mogos sfrutta al meglio l’angolo di Castagnetti e di testa manda in porta. Ma a corner risponde corner. Al 74’ angolo per il Venezia e Modolo di testa insacca: 1-1. Non è finita: all’85’, dopo aver preso un palo con Deli, la Cremonese torna avanti grazie al gol meraviglioso di Castagnetti su punizione.

ENTELLA-LIVORNO 1-0
La gara cambia al 28’, quando l’arbitro Amabile assegna ai padroni di casa un rigore per il fallo di Di Gennaro su Morra: dal dischetto trasforma Matteo Mancosu. Il Livorno non ci sta e tenta l’assalto, sfiorando anche il pari con Rocca che colpisce il palo a Contini battuto. Ma gli uomini di Boscaglia sono bravi a gestire il campo e chiudono l’incontro con un’importantissima vittoria. FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *