Nba, Curry inguaia i Clippers. Houston fa il record di triple

Golden State festeggia la prima testa di serie a Ovest e celebra la permanenza a Oakland, agli sgoccioli. Portland si prende il 4° posto nella Western Conference, complicando la strada per il 2° a Denver, che ha Houston in scia

GOLDEN STATE WARRIORS-LOS ANGELES CLIPPERS 131-104 —I Warriors salutano (per adesso) Oakland dopo 47 anni in grande stile. Travolgono i Clippers conquistando aritmeticamente la testa di serie numero 1 ad Ovest. La loro ultima partita di stagione regolare all’Oracle Arena si trasforma in uno show, in attesa del trasferimento al Chase Center, a San Francisco, dalla prossima stagione. I campioni giocano, e dominano con indosso, per l’occasione, le magliette dell’era We Believe, quelle del 2007, quelle dello sgambetto playoff ai Dallas Mavs di Nowitzki allora col miglior record a Ovest. Curry impazza, in un cerchio che si chiude, da faccia della franchigia degli anni di gloria: segna 27 punti in 30’ d’impiego. Non se servono di più. I Clippers, alla terza partita di fila senza Beverley, e sono 0-4 senza di lui, e senza Gallinari, perdono la terza gara consecutiva, e sono adesso ottavi a Ovest, col rischio di dover rigiocare Golden State in post season, nella stessa Arena, sabato o domenica. Mercoledì ospitano Utah nell’ultima gara interna di stagione regolare, ma per evitare l’incrocio coi campioni hanno comunque bisogno di passi falsi di Thunder o Spurs.GOLDEN STATE: Curry 27 (8/10, 3/10, 2/2 t.l.), Durant 16, Looney 14. Rimbalzi: Green 10. Assist: Green 9.LOS ANGELES: Shamet 17 (0/2, 5/6, 2/4 t.l.), Williams 13. Gilgious-Alexander 12. Rimbalzi: Zubac 8. Rimbalzi: Williams 5.

PORTLAND TRAIL BLAZERS-DENVER NUGGETS 115-108 —Portland ritrova McCollum dopo 10 partite, interrompe la striscia consecutiva di 6 k.o. con Denver e ipoteca il quarto posto, grazie pure alla sconfitta di Utah dai Lakers. La guardia segna 9 punti in 25’, Lillard ne aggiunge 30 e ora ai Blazers basta un successo contro Lakers o Kings per conquistare ufficialmente il fattore campo nella prima sfida di post season. Coach Malone tiene a riposo Jokic, Millsap e Murray, anche se il 2° posto a Ovest è tutt’altro che scontato, ancora, con Houston in scia e la trasferta a Salt Lake City all’orizzonte.PORTLAND: Lillard 30 (4/8, 5/11, 7/7 t.l.), Aminu 23, Kanter/Hood/Curry 11. Rimbalzi: Kanter 13. Assist: Lillard/Turner 6.DENVER: Harris 18 (7/10, 1/2, 1/3 t.l.), Beasley/Lyles 15. Rimbalzi: Plumlee 11. Assist: Plumlee 6.

HOUSTON ROCKETS-PHOENIX SUNS 149-113 —Grandinano triple, a Houston. I Rockets ne segnano addirittura 27 e travolgono Phoenix, in una gara trasformatasi presto in passerella, con Harden che neanche vede il campo nel 4° quarto. I texani, che hanno il tie break favorevole con Denver, sono ora a mezza partita di distanza dai Nuggets, in chiave 2° posto a Ovest. La partita di Oklahoma City, comunque, si prospetta ben diversa da quella con i Suns…Coach D’Antoni ancora fuori causa per un virus intestinale: Bzdelik lo ha sostituito per la seconda volta di fila da capo allenatore di giornata.HOUSTON: Harden 30 (5/8, 5/6,5/7 t.l.), Gordon 26, Capela 22. Rimbalzi: Capela/Harden 13. Assist: Paul/Harden 9.PHOENIX: Crawford 27 (5/9, 4/8, 5/5 t.l.), Bender/Bridges 19. Rimbalzi: Jackson 9. Assist: Crawford/Melton/Jackson 6

.LOS ANGELES LAKERS-UTAH JAZZ 113-109 —I Jazz danno sostanzialmente l’addio al 4° posto a Ovest con il capitombolo di Los Angeles, per mano di Lakers decimati, con solo 10 giocatori a disposizione e 8 che scendono sul parquet. Caldwell Pope segna 32 punti, Caruso, rivelazione di quest’ultima parte di stagione degli angelini, ne aggiunge 18 conditi da 11 assist. I Jazz, senza l’acciaccato Rubio, sostituito in quintetto da Sefolosha, avevano vinto 7 volte di fila contro i Lakers.LOS ANGELES: Caldwell Pope 32 (11/14, 2/8, 4/6 t.l.), NcGee 22, Caruso 18. Rimbalzi: Jones 16. Assist: Caruso 11.UTAH: Gobert 21 (8/11, 5/8 t.l.), Mitchell 19, Niang 16. Rimbalzi: Gobert 10. Assist: Ingles 8.

SACRAMENTO KINGS-NEW ORLEANS PELICANS 129-133 —I Kings s’arrendono a New Orleans nell’ultima uscita casalinga della stagione al Golden One Center, chiudendola con l’ennesimo record negativo (39-42, con una partita da giocare). I Pels esibiscono un Clark da 7 triple a segno, suo record di carriera, e Okafor da 23 punti e14 rimbalzi, ritemprato dall’aria di March Madness.SACRAMENTO: Barnes 29 (6/11, 4/7, 5/6 t.l.), Fox 24, Bagley 19. Rimbalzi: Bagley 14. Assist: Fox 11.NEW ORLEANS: Clark 31 (4/6, 7/15, 2/3 t.l.), Payton 26, Okafor 23. Rimbalzi: Okafor 14. Assist: Payton 14

.NEW YORK KNICKS-WASHINGTON WIZARDS 113-110 —— I Knicks evitano la 65ma sconfitta stagionale, sarebbe stato un record di franchigia, rimontando i Wizards e piegandoli in volata. Record di carriera per Hezonja, che realizza 30 punti. Washington aggiunge la ciliegina sul sundae rivoltante della propria stagione.NEW YORK: Hezonja 30 (9/15, 3/6, 3/4t.l.), Kornet 17, Knox 16. Rimbalzi: Robinson 11. Assist: Smith/Dotson/Hezonja/Knox 5.WASHINGTON: Green 19 (7/7, 0/3, 5/6 t.l.), Bryant 17, Beal/Brown 13. Rimbalzi: Portis 10. Assist: Satoransky 7. FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *