MotoGP Quartararo, che pole a Jerez; 2° Morbidelli, poi Marc. 4° Dovi, Rossi è 13

Il francese della Yamaha Petronas centra la prima pole in carriera davanti al compagno Morbidelli e Marquez. In seconda fila Dovizioso, con Petrucci 7° e Bagnaia 10°. Vale esce in Q1 ed è attardato, mentre Iannone cade nelle Libere4 e va in ospedale per accertamenti alla caviglia dopo che la prima lastra esclude fratture

Grande exploit di Quartararo a Jerez. Nella qualifica del GP di Spagna, quarta prova del mondiale 2019 di MotoGP, il francese della Yamaha Petronas coglie la prima pole in carriera – la più giovane in assoluto nella storia della MotoGP – strabiliando tutti: con il tempo di 1’36″880 il 20enne alla prima stagione nella top class precede Morbidelli di 0″082, con Marquez alle spalle, staccato di 0″090. Prestazione sontuosa delle Yamaha Petronas che stride un po’ con il rendimento delle M1 ufficiali, che hanno Viñales 5° a 0″234, ma anche Rossi solo 13° e fermatosi alla Q1. In seconda fila ci sono anche Dovizioso, 4° a 0″138 con la prima delle Ducati, e Crutchlow, 6° a 0″295 con la Honda Lcr. Completano i dieci: 7° Petrucci (Ducati) a 0″329, 8° Nakagami (Honda Lcr) a 0″452, 9° Rins (Suzuki) a 0″471 e 10° Bagnaia (Ducati Pramac) a 0″504. Lorenzo è 11° dopo essere incappato in una scivolata nei minuti finali.

ROSSI OUT DALLA Q2 — Tanti i big impegnati in Q1, con Maverick Viñales e Francesco Bagnaia che passano alla Q2, chiudendo la porta della fase nobile della qualifica a Valentino Rossi. Viñales, autore del tempo di 1’37″164, precede Bagnaia di +0.135 e Rossi di 0″207, con Bradl a 0″242 e Miller, anche scivolato nel finale, a 0″441. Per Rossi è la seconda volta dopo il Qatar che non trova accesso alla Q2.

LE LIBERE4 — Nelle Libere4 gran volo di Iannone, rotolato nella sabbia della curva 11 e portato via in barella con dolore alla caviglia: dopo una prima lastra al centro medico che esclude fratture, l’abruzzese dell’Aprilia è stato sottoposto a controlli più approfonditi ed è stato dichiarat0 ‘unfit to race’ al momento. La decisione arriverà domenica mattina. Miglior tempo della sessione, non valida per la griglia, ma funzionale per il ritmo gara, di Marquez che con il tempo di 1’37″651 precede di 10 millesimi Viñales e di 0″105 Crutchlow, con Quartararo 4° e Dovizioso 5° davanti a Nakagami, Bagnaia, Petrucci, Morbidelli e Rins. FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.