Anche Del Potro agli ottavi. Donne: fuori Osaka e Serena!

Già qualificati Nadal, Federer, Wawrinka e Tsitsipas, l’argentino supera in tre set Thompson. La favorita del torneo cade in due set con la ceca Siniakova. Anche la Williams va k.o. contro la Kenin

Il Roland Garros arriva al traguardo della prima settimana con tutti i big ancora in gara. Oltre al numero 1 del mondo Novak Djokovic, che ha facilmente battuto il nostro Salvatore Caruso, sono approdati agli ottavi (oltre a Fabio Fognini) anche Dominic Thiem (n° 4 del seeding), Alexander Zverev (n° 5) e Juan Martin Del Potro (n° 8). Il candidato più autorevole al ruolo di outsider di lusso, l’austriaco Dominic Thiem, ha balbettato ancora una volta e vinto in quattro set sull’uruguaiano Pablo Cuevas (6-3 4-6 6-2 7-5 lo score in 2 ore e 36 minuti). Thiem ha sofferto più del dovuto nei turni di battuta (4 break subiti e 8 palle break concesse) e chiuso con un saldo appena positivo tra vincenti ed errori gratuiti (29 a 24). Thiem affronterà ora agli ottavi lo scatenato Gael Monfils che con Djokovic e Federer è uno dei tre a non aver ancora perso set. Il transalpino, galvanizzato dal pubblico, ha demolito sul centrale il connazionale Antoine Hoang per 6-3 6-2 6-3 in 2 ore esatte.

ZVEREV FATICA Ancora a fatica Alexander Zverev si tira fuori dalle sabbie mobili impiegando cinque set per domare il serbo Dusan Lajovic (6-4 6-2 4-6 1-6 6-2). A fare e disfare tutto è sempre il tedesco che detta i ritmi giocando alternativamente in modo delizioso e in maniera scellerata. Il tedesco rischia di perdere i primi 3 turni di battuta del match, poi domina il resto del set per 6-4 e incassa anche il secondo parziale in totale confidenza. Nel terzo si rilassa e Lajovic lo punisce, nel quarto si addormenta e Lajovic ne approfitta per arrivare al quinto. Il serbo ha la forza di recuperare il break d’inizio di quinto, poi Zverev non gli lascia più scampo chiudendo con 18 ace, 52 vincenti, ma anche 55 gratuiti. Zverev è l’unico big in gara ad essere già andato per 2 volte al quinto set: al primo turno contro Millman e ora con Lajovic. Agli ottavi Zverev è atteso dal nostro Fabio Fognini nella rivincita dell’ultima sfida di Monte Carlo dominata dal ligure. Senza storia, per la differenza di pesantezza della palla, la sfida vinta dall’argentino Juan Martin Del Potro sull’australiano Jordan Thompson (6-4 6-4 6-0 in 2 ore e un minuto).

DEL POTRO, CHE BATTUTA Del Potro ha ceduto un solo turno di battuta in tutto l’incontro, quando era già avanti 3-2 e servizio. Il sudamericano ha servito molto bene (il 71% di prime) e fatto appena 16 errori gratuiti. Agli ottavi è atteso da Karen Khachanov che ha eliminato in tre set lo slovacco Martin Klizan (6-1 6-4 6-3). Con questo successo il russo ha nuovamente superato Fognini all’interno dei top 10. Ora Khachanov è numero 9, Fognini 10 e Isner 11. Per l’azzurro i problemi potrebbero arrivare solo dalle retrovie. Una sconfitta contro Zverev potrebbe bastare a Fognini per rimanere nei top 10 a patto che Del Potro non batta Khachanov e raggiunga i quarti.

TSITSIPAS Con un giorno di ritardo rispetto alla programmazione originale, il greco Stefanos Tsitsipas si è qualificato per gli ottavi di finale superando 7-5 6-3 6-7 7-6 il serbo Filip Krajinovic. Il match, che era stato sospeso ieri sul 5 pari del terzo con Tsitsipas avanti due set a zero, è proseguito oggi all’insegna dell’equilibrio. Il vantaggio sprecato ieri da Krajinovic, che era avanti 5-2 ed aveva sprecato due set point, non ha condizionato più di tanto il serbo, che ha tenuto a 15 il suo turno di battuta garantendosi il tie break poi vinto di foza per 7 punti a 5. Nel quarto Krajinovic è partito alla grande con il break del primo game che poi ha immediatamente restituito salendo comunque avanti 5-3. Ma quando è andato a servire sul 5-4, per trascinare la gara al quinto, il serbo ha commesso 4 errori gratuiti che hanno rimesso in sesto Tsitsipas. Al tie break Krajinovic ha mancato sul 6-5 la palla per arrivare al quinto e Tsitsipas ha finito per chiudere 8-6 in 3 ore e 34 minuti complessivi.

WAWRINKA OK Agli ottavi Tsitispas attende il ritrovato Stanislas Wawrinka che ha avuto bisogno di tre tie break per dominare Grigor Dimitrov. Wawrinka ha vinto il primo tie break per 7 punti a 5 dopo aver salvato un set point sul 5-4, poi ha vinto anche il secondo tie break per 7 punti a 5 e infine nel tie break del terzo set ha annullato 5 set point a Dimitrov (di cui 4 consecutivi da 6-2 a 6 pari) prima di trionfare per 10 punti a 8 al termine di 3 ore e 18 minuti molto intensi.

OSAKA OUT Nel femminile doppio colpo di scena con la sconfitta della numero 1 del mondo e di Serena Williams. La giapponese, con una prestazione incolore e zeppa di errori, si è consegnata nelle mani della ceca Katerina Siniakova, numero 42 del mondo, che ha finito per vincere con un comodo 6-4 6-2 maturato in 77 minuti. Alla Osaka, che comunque rimarrà numero 1 del mondo anche a fine torneo, è mancata la prima di servizio (appena il 53%) e ha collezionato l’enorme cifra di 38 errori gratuiti in appena 18 game (più di due a game di media). La Siniakova invece è stata abile a sfruttare 3 delle 6 palle break avute e letale ad annullare tutte quelle concesse (7 su 7). Ora attende agli ottavi la statunitense Madison Keys che ha battuto per 6-3 6-7 6-4 la russa Anna Blinkova. L’americana avrebbe potuto anche chiudere in due set se non avesse mancato un match point, con il servizio a disposizone, sul 6-5, 40-30 del secondo set che poi ha perso al tie break. Fuori invece in due set Serena Williams, che ha fornito una prestazione incolore perdendo per 6-2 7-5 dalla connazionale Sofia Kenin. L’ex regina, spuntata nel servizio (nonostante i 10 ace) e molto fallosa dal fondo (34 gratuiti di cui 24 con il dritto), non ha mai messo in pericolo l’onesta prova della Kenin che ha tremato solo quando si apprestava a servire per il match. Qui, sul 6-5, ha concesso la palla del contro break che Serenona non ha sfruttato mettendo fuori un dritto. Fatale invece il rovescio, finito lungo, sul secondo match point che ha segnato la sconfitta dell’ex regina del tennis mondiale. Bene anche la campionessa in carica Simona Halep che ha lasciato appena tre game all’ucraina Lesia Tsurenko (6-2 6-1 in appena 55 minuti di gioco). Una partita poco spettacolare, satura di 11 break in 15 turni di battuta con le due giocatrici sempre ancorate a fondo campo (3 i punti a rete della Tsurenko, 5 quelli della rumena) e poco propense a eseguire colpi vincenti (9 per la Halep e 8 per la Tsurenko). Per la Halep è la decima partita vinti di fila al Roland Garros e ora agli ottavi è attesa dalla placca Iga Swiatek che ha vinto in rimonta sulla portoricana Monica Puig. Dopo aver perso il primo set a zero (27 punti a 11 il primo parziale), la giovane polacca ha preso in mano le redini della partita senza più sbavature e con discreta personalità

Uomini, 3° turno: FOGNINI b. Bautista (Spa) 7-6 (5) 6-4 4-6 6-1; Zverev (Ger) b. Lajovic (Ser) 6-4 6-2 4-6 1-6 6-2; prosecuzione Tsitsipas (Gre) b. Krajinovic (Ser) 7-5 6-3 6-7 (5) 7-6 (6); Djokovic (Ser) b. CARUSO 6-3 6-3 6-2; Struff (Ger) b. Coric (Cro) Struff (Ger) b. 4-6 6-1 4-6 7-6 (7-1) 11-9; prosecuzione Wawrinka (Svi) b. Dimitrov (Bul) 7-6 (5) 7-6 (4) 7-6 (8); Monfils (Fra) b. Hoang (Fra) 6-3 6-2 6-3; Thiem (Aut) b. Cuevas (Uru) 6-3 4-6 6-2 7-5; Del Potro (Arg) b. Thompson (Aus) 6-4 6-4 6-0; Khachanov (Rus) b. Klizan (Slk) 6-1 6-4 6-3;

Donne, 3° turno: Siniakova (R.Cec) b. Osaka (Giap) 6-4 6-2; Keys (Usa) b. Blinkova (Rus) 6-3 6-7(5) 6-4; Halep (Rom) b. Tsurenko (Ucr) 6-2 6-1; Swiatek (Pol) b. Puig (P.Rico) 0-6 6-3 6-3; Kenin (Usa) b. S.Williams (Usa) 6-2 7-5

OSAKA  Ennesimo colpo di scena nel femminile che registra l’eliminazione della numero 1 del mondo Naomi Osaka che comunque resterà al comando del ranking mondiale. La giapponese, con una prestazione incolore e zeppa di errori, si è consegnata nelle mani della ceca Katerina Siniakova, numero 42 del mondo, che ha finito per vincere con un comodo 6-4 6-2 maturato in 77 minuti. Alla Osaka è mancata la prima di servizio (appena il 53%) e ha collezionato l’enorme cifra di 38 errori gratuiti in appena 18 game (più di due a game di media). La Siniakova invece è stata abile a sfruttare 3 delle 6 palle break avute e letale ad annullare tutte quelle concesse (7 su 7). Ora attende agli ottavi la vincente tra Madison Keys e Anna Blinkova. La prima big della parte alta del tabellone femminile a raggiungere gli ottavi di finale è la campionessa in carica Simona Halep che ha lasciato appena tre game all’ucraina Lesia Tsurenko (6-2 6-1 in appena 55 minuti di gioco). Una partita poco spettacolare, satura di 11 break in 15 turni di battuta con le due giocatrici sempre ancorate a fondo campo (3 i punti a rete della Tsurenko, 5 quelli della rumena) e poco propense a eseguire colpi vincenti (9 per la Halep e 8 per la Tsurenko). Per la Halep è la decima partita vinti di fila al Roland Garros e ora agli ottavi è attesa dalla vincente tra Monica Puig e Iga Swiatek. Gli altri match vedranno Serena Williams-Kenin (prima sfida), Petkovic-Barty (primo match), Blinkova-Keys (prima sfida), Puig-Swiatek (prima sfida), Anisimova-Begu (prima sfida) e Alexandrova-Bolsova (ancora inedito).

Donne, 3° turno: Halep (Rom) b. Tsurenko (Ucr) 6-2 6-1; Siniakova (R.Ceca) b. Osaka (Giap) 6-2 6-2; Keys (Usa) b. Blinkova (Rus) 6-3 6-7 (5) 6-4; Swiatek (Pol) b. Puig (P.Rico) 0-6 6-3 6-3; Alexandrova (Rus) c. Bolsova Zadoinov (Spa); S.Williams (Usa) – Kenin (Usa); Petkovic (Ger) c. Barty (Aus); Anisimova (Usa) c. Begu (Rom). FONTE:GAZZETTA.IT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *